03:16 08 Dicembre 2019
Talebani

Talebani dubbiosi sulla ripresa delle trattative con gli USA

© AP Photo / Allauddin Khan
Mondo
URL abbreviato
210
Seguici su

Ieri sera il presidente americano, arrivato in visita a sorpresa in Afghanistan, ha dichiarato che i Talebani sarebbero in trattativa per siglare un nuovo accordo con Washington.

Giallo attorno alla posizione dei vertici dei Talebani rispetto alla ripresa delle trattative con Washington circa un accordo sulla pace in Afghanistan, dopo le parole di ieri del presidente americano Donald Trump.

Stando ad AFP, che ha ricevuto una nota ufficiale dal portavoce del movimento Zabihullah Mujahid, sarebbe troppo presto per parlare di ripresa delle trattative con Washington. AFP, 

"E' davvero troppo presto per parlare di ripresa delle trattative ora. Daremo la nostra reazione ufficiale più avanti", ha spiegato Mujahid.

Delle parole contraddittorie, quelle del portavoce talebano, che in un'altra intervista riportata questa volta da Reuters ha fatto sapere che il gruppo sarebbe "pronto a riprendere i negoziati" sospesi a settembre dopo che gli stessi sono stati terminati da Donald Trump nello scorso settembre.

"Siamo pronti a riprendere le trattative. La nostra posizione rimane quella. Se le trattative per la pace riprendono, lo faranno da dove le avevamo lasciate".

Accordo fra Usa e Talebani

Nei mesi scorsi, rappresentanti degli Stati Uniti e dei Talebani hanno iniziato a tenere una serie di incontri per negoziare le modalità di pacificazione dell'Afghanistan.

Una prima bozza d'accordo, presentata ad inizio settembre, prevedeva il ritiro nella fase iniziale di 5.000 soldati statunitensi dall'Afghanistan nei 135 giorni successivi. 

La rottura di settembre

A settembre, tuttavia, l'annullamento di un incontro segreto con i vertici dei Talebani da parte del presidente Donald Trump aveva portato ad un nuovo inasprimento dei rapporti tra le parti.

In seguito il portavoce dell’ufficio qatariota del movimento dei Talebani, Mohammed Suhail Shaheen ha affermato che il gruppo radicale smetterà di attaccare gli americani “solo se loro non attaccano le nostre posizioni e firmano l’accordo di pace”.

Tale minaccia è stata però rispedita al mittente da Trump, che ha avvertito che nel caso di attacchi da parte dei talebani gli Usa risponderanno con "qualcosa che non hanno mai visto".

Tags:
Donald Trump, Talebani, Afghanistan
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik