23:19 07 Dicembre 2019

La direttrice di Sputnik commenta i tentativi di ‘sfratto’ di Sputnik Estonia

© Sputnik .
Mondo
URL abbreviato
142
Seguici su

Recedere dal contratto di locazione di Sputnik Estonia non funzionerà, ha affermato la redattrice capo di MIA Rossiya Segodnya, Sputnik e il canale RT, Margarita Simonyan.

In precedenza, il servizio stampa dell'agenzia aveva comunicato che il proprietario dell'ufficio di Tallinn, in cui ha sede Sputnik Estonia, aveva informato l'ufficio editoriale della risoluzione unilaterale dell'accordo di locazione.

"Non servirà a nulla. Lavoreremo da casa. Ragazzi, provateci con qualcos’altro", ha ironizzato la Simonyan su Telegram.

Secondo la direttrice, al fine di impedire di lavorare in un Paese europeo, inizialmente i dipendenti di Sputnik erano stati convocati per lunghe conversazioni con il ‘KGB locale’: "hanno ricordato ai nostri dipendenti che hanno una famiglia e se veramente avessero bisogno di tutto questo". Poi alle banche locali è stato proibito di collaborare in modo da non poter pagare gli stipendi. Non ha aiutato. Abbiamo comunque trovato il modo di andare avanti", ha detto la Simonyan.

Alla fine di ottobre le filiali estoni dei gruppi bancari internazionali hanno congelato le rimesse da MIA Russia Today ai dipendenti di Sputnik Estonia, nonchè i pagamenti fiscali e gli affitti, secondo quanto riferito dal servizio stampa. Anche altri istituti bancari in Estonia, contattati dall'agenzia, si sono rifiutati di condurre operazioni.

L'Estonia è l'unico Paese baltico ad avere un vero comitato editoriale e un ufficio dell'agenzia di stampa Sputnik e di Sputnik Radio. Il team è composto da 35 persone, 33 delle quali sono cittadini della repubblica che lavorano con contratti di lavoro con MIA "Russia Today". I pagamenti fiscali mensili dell'agenzia al bilancio estone ammontano a quasi 30 mila euro.

RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik