11:12 09 Dicembre 2019
Scuola con banchi

Proposta la lingua italiana tra le materie d'esame di maturità in Russia

CC0 / Wokandapix / École
Mondo
URL abbreviato
171
Seguici su

Il copresidente del Forum-Dialogo russo-italiano, il presidente di Confindustria Russia, Ernesto Ferlenghi, ha proposto di includere l'italiano nel programma degli esami di Stato nelle scuole russe. La questione sta passando al vaglio delle autorità.

"Vorremmo che l'italiano diventasse una di quelle lingue straniere parte del programma d’esame nelle scuole russe", ha detto Ferlenghi durante la presentazione del Forum-Dialogo russo-italiano. Il copresidente dell'organizzazione ha anche notato la popolarità della lingua russa tra gli italiani.

"In Italia ora la lingua russa è la terza tra le lingue straniere più studiate e in Russia, a sua volta, la lingua italiana è studiata da oltre 14 mila giovani, 9 mila nelle scuole, 4 mila nelle università. Dobbiamo assicurarci che questi mondi si incontrino, entrino in contatto tra loro", ha spiegato Ferlenghi.

L’attuale formato degli esami di maturità in Russia (ЕГЭ)

Gli esami di maturità in Russia, in russo chiamati ‘Eghe’, pronuncia dalla sigla ЕГЭ acronimo di Esami di Stato Unificati, sono esami unici che si tengono come in Italia alla conclusione del percorso scolastico delle scuole superiori. Attualmente è possibile presentare cinque lingue: inglese, scelto dal 96% dei candidati, tedesco, francese, spagnolo e anche cinese.

Secondo il giornale Izvestia, che ha pubblicato l’intervista di Ferlenghi, Rosobrnadzor (Servizio Federale per l’Educazione) ha reagito per ora con moderazione all'idea osservando che richiede un approfondimento di fattibilità.

"Dobbiamo valutare il numero di diplomandi che studiano l'italiano, determinare le esigenze delle università che sono pronte a prendere in considerazione l'italiano come test d'ingresso, la disponibilità di specialisti sia per lo sviluppo di materiali di misurazione di controllo sia per valutare gli studenti", ha spiegato il responsabile delle certificazioni scolastiche statali Igor Kruglinsky.

Allo stesso tempo, le istituzioni educative hanno reagito positivamente all'iniziativa. "Questa è un'idea meravigliosa. Abbiamo già creato tutte le condizioni affinché la lingua italiana possa diventare materia d’esame", hanno comunicato dal Dipartimento di Lingue Romanze dell’Università MGIMO di Mosca dove si rileva anche una costante crescita di interesse per la lingua italiana.

RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik