03:28 08 Dicembre 2019
Le proteste a Hong Kong

Trump firma legge pro manifestanti a Hong Kong

© AP Photo / Kin Cheung
Mondo
URL abbreviato
4121
Seguici su

La legge, che prevede la possibilità di introdurre sanzioni umanitarie nei confronti della Cina era stata approvata dal Congresso USA lo scorso 22 di novembre-

Donald Trump ha apposto la propria firma sul decreto legislativo a favore dei manifestanti di Hong Kong. A renderlo noto, in un comunicato, è la Casa Bianca.

"Il presidente ha firmato la legge S. 1838 del 2019 per la Democrazia e i diritti umani a Hong Kong, e la legge S. 2710, che vieta le esportazioni a Hong Kong di equipaggiamento specifico antisommossa", si legge nella nota presidenziale.

In un'altra dichiarazione, il Tycoon ha dichiarato di rispettare molto Hong Kong, la Cina e il suo presidente Xi Jinping, auspicando che le divergenze possano essere colmate e che si possa presto giungere ad accordi che garantiscano una pace duratura nella regione.

Il decreto per la "Democrazia e i diritti umani a Hong Kong", approvato dal Congresso americano lo scorso 22 novembre, dà la possibilità all'amministrazione statunitense di introdurre delle sanzioni nei confronti di funzionari che si rendano protagonisti di violazioni dei diritti umani ad Hong Kong.

La Cina minaccia ritorsioni

Ancor prima della firma sulla legge pro manifestanti da parte di Trump, come era inevitabile che fosse, Pechino, in una nota del ministro degli Esteri, ha minacciato ritorsioni in caso di effettiva entrata in vigore del decreto.

"Ci auspichiamo che gli Stati Uniti non vadano fino in fondo, in caso contrario la Cina sarà costretta ad adottare delle forti contromisure e l'America dovrà assumersi tutte le responsabilità per le loro conseguenze", si legge nel documento ministeriale cinese.

La Cina ha manifestamente criticato le leggi varate dal governo americano, etichettandole come un "comportamento palesemente egemonico" da parte di Washington, che si starebbe intromettendo in maniera indebita negli affari interni di un paese sovrano.

Le proteste a Hong Kong

Hong Kong è stata colpita da una violenta ondata di proteste sin dallo scorso mese di giugno. Le proteste, che inizialmente avevano preso le mosse in relazione ad una possibile legge sull'estradizione in Cina, sono continuate anche quando il governo locale ha annunciato il ritiro di tale misura.

Fino ad oggi, il bilancio parla di circa 4500 persone che sono finite in manette e quasi 2000 feriti tra manifestanti e rappresentanti delle forze dell'ordine.

Nella giornata di lunedì, i rappresentanti dell’opposizione democratica hanno ottenuto la maggioranza assoluta alle elezioni del Consiglio distrettuale di Hong Kong.

RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik