22:31 07 Dicembre 2019

Erdogan testa gli S-400, Senatore USA: ha oltrepassato una nuova "linea rossa"

© Sputnik . Aleksei Malgavko
Mondo
URL abbreviato
392
Seguici su

Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan prende in giro gli Stati Uniti e ha oltrepassato una nuova "linea rossa", ha detto un senatore degli Stati Uniti chiedendo nuove sanzioni contro la Turchia.

La persistenza della Turchia nella sua volontà di usare effettivamente gli armamenti acquistati dalla Russia è stata fortemente criticata dal senatore democratico americano Chris Van Hollen in un duro tweet. Il funzionario ha affermato che la persistenza di Ankara nel testare i radar dei sistemi S-400 appena due settimane dopo la visita di Erdogan negli Stati Uniti sono un insulto a Washington e una aperta presa in giro al presidente degli Stati Uniti.

"Due settimane dopo la sua visita a Washington, Erdogan sta prendendo in giro Trump, la NATO e gli Stati Uniti, e ha attraversato un'altra linea rossa sugli S-400".

​Il senatore ha esortato Trump a imporre sanzioni ad Ankara per questo comportamento, oltre a ricordare la questione delle violazioni della zona sicura delle milizie guidate dai curdi siriani, una volta il principale alleato degli Stati Uniti nella lotta contro lo Stato islamico. Ankara, tuttavia, considera queste milizie come "terroristi"

"Il segretario di Stato americano Mike Pompeo deve richiamare la Turchia per gli attacchi contro i curdi", ha affermato Van Hollen.

Nei giorni scorsi la Turchia ha testato i suoi S-400 scansionando il cielo alla ricerca di caccia F-16.

La questione degli S-400

L’acquisto degli S-400 dalla Russia è stata una delle principali fonti di tensioni tra Stati Uniti e Turchia già da mesi e Washington ha ripetutamente sollecitato Ankara ad abbandonare l'accordo con la Russia, ma senza risultati.

La consegna dei sistemi è iniziata quest'estate, alla fine ha portato gli Stati Uniti a sospendere la Turchia dal programma dei caccia F-35. Ankara, tuttavia, sostiene di essere libera di acquistare armamenti da chiunque e ha segnalato che avrebbe potuto cercare alternative agli F-35 altrove.

L'argomento problematico è stato discusso dai due presidenti durante la visita di Erdogan a Washington all'inizio di questo mese. Secondo Trump, l'acquisto di sistemi di fabbricazione russa da parte di Ankara "crea alcune sfide molto serie" e i due leader hanno incaricato i loro consulenti di sicurezza nazionali di risolvere il problema "immediatamente" dopo i colloqui.

Nonostante tutto, il ministro della Difesa turco Hulusi Akar ha confermato che gli S-400 saranno attivati una volta che il personale militare avrà ricevuto la formazione necessaria. Tuttavia, non saranno integrati nella rete militare della NATO e opereranno in modalità "autonoma". Gli S-400 turchi dovrebbero entrare in servizio il prossimo aprile.

Correlati:

Turchia inizia a testare gli S-400 acquistati dalla Russia
Russia invierà S-400 in India nel 2025
S-400, se la Turchia non se ne libererà al più presto gli USA promettono nuove sanzioni
Tags:
Turchia, USA, Erdogan, Curdi
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik