22:36 07 Dicembre 2019

I buchi neri ‘cucinano le loro galassie’ - studio

© AP Photo / NASA/Chandra X-ray Observatory/M.Weiss
Mondo
URL abbreviato
0 21
Seguici su

Il gas caldo vola nel cuore di enormi ammassi di galassie, riempiendo lo spazio tra le stelle e le galassie. Gli astrofisici da tempo si interrogano sul perché il gas rimane così caldo.

I supermassicci buchi neri conosciuti dalla scienza per essere al centro delle galassie, potrebbero generare ondate di gas caldo e turbolento in tutto il cosmo, e quindi impedire che i cluster di galassie muoiano in pochi miliardi di anni. Lo afferma uno studio pubblicato il 18 novembre sul database scientifico arXiv, che è ancora tutto da verificare.

Per la prima volta un team di astrofisici crede di aver intravisto quella turbolenza in azione.

La scienza è alla ricerca di una spiegazione per capire come gli ammassi di galassie mantengono il loro calore, attraverso i vortici di gas caldo.

Modelli semplificati suggeriscono che il gas dovrebbe perdere energia non appena la gravità inizia a legare la nube di gas e la trasforma in una stella, in un processo lungo un miliardo di anni dalla sua formazione.

© Depositphotos / Alexmit
La galassia nostra - Via Lattea

A loro volta, le stelle, si dovrebbero esaurire e le galassie dovrebbero morire in quello che viene definito un “raffreddamento catastrofico”. Ma ciò non si verifica nella realtà.

Nel 2005 un team di ricerca aveva trovato una risposta parziale mentre scoprivano la formazione di bolle all’interno di quelle dense nuvole di gas, alcune grandi quanto la Via Lattea.

Queste incommensurabili bolle si stavano allontanando dal centro dei buchi neri supermassicci e, a sua volta, secondo lo studio, questo fenomeno impedirebbe il catastrofico raffreddamento delle galassie.

Ma quello studio ha lasciato aperta la domanda su come tutta quell’energia si trasferisce nel gas intorno alle bolle.

Nella nuova ricerca, gli studiosi hanno registrato prove di turbolenza intorno alle bolle: vortici che generano altri piccoli vortici e mulinelli e così via.

Secondo la nuova ipotesi, il caotico movimento raggiunge il livello microscopico, dove si dissipa sotto forma di calore.

Pubblicata la primissima FOTO di un buco nero
Pubblicata la primissima FOTO di un buco nero
“Puoi immaginare la bolla come un cucchiaio che sta mescolando il tè caldo”, scrive Live Science citando l’autore principale dello studio, Yuan Li, astrofisico dell’Università della California Berkeley.

La turbolenza è stata individuata da Li e dai suoi coautori nei dati già disponibili degli ammassi di galassie Perseo, Abell 2597 e Virgo.

Secondo Li, filamenti di gas più freddo passano attraverso le nuvole al centro di quelle galassie.

Correlati:

Buco nero super massiccio al centro della nostra galassia inizia a inghiottire materia
Galassie cannibali e altre galassie insolite nell’universo
Quando eravamo dall’altra parte della Galassia e sulla Terra c’erano i dinosauri - Animazione
Finito o infinito? E se invece fosse un loop? Nuovo studio sulla natura dell’Universo
Tags:
galassia, Universo, Astrofisica, Astronomia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik