12:15 09 Dicembre 2019
Recep Tayyip Erdogan

Erdogan esorta i turchi ad abbandonare il dollaro

© Sputnik . Aleksei Filippov
Mondo
URL abbreviato
7193
Seguici su

Dal 2018 la Turchia sta affrontando crescenti problemi finanziari, con la lira che si è svalutata dopo i rialzi dei tassi da parte della Federal Reserve americana e tra le crescenti tensioni geostrategiche con i suoi alleati della NATO.

Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha invitato i turchi a convertire le loro riserve di valuta estera in lira turca, chiedendo loro di "abbandonare il dollaro".

"Lasciate il dollaro e il resto. Passiamo ai nostri soldi, la lira turca. La lira turca non perde più valore. Dimostriamo il nostro patriottismo in questo modo", ha detto Erdogan.

Il presidente turco ha anche aggiunto che la Turchia prevede di lanciare il suo caccia prodotto a livello nazionale in 5-6 anni nel corso della disputa in corso con gli Stati Uniti sull'acquisto degli F-35.

Il crollo della Lira

Nel 2019 il valore della lira è calato del 10% poiché il governo turco ha ritardato le riforme economiche chiave tra le crescenti tensioni politiche all'interno del paese.

Nel 2018 Recep Tayyip Erdogan ha annunciato che il suo paese avrebbe boicottato i prodotti di elettronica statunitensi, citando "un attacco economico" contro la Turchia. Ha continuato a dire che i turchi dovrebbero invece optare per gadget prodotti localmente o quelli fabbricati dai partner economici della Turchia, possibilmente "nuovi", nel tentativo di rafforzare la lira.

La valuta nazionale turca è crollata tra tensioni geopolitiche e deterioramento delle relazioni con gli Stati Uniti.

A metà settembre dell'anno scorso, la banca centrale ha aumentato il tasso chiave di 625 punti base al 24% annuo, il che ha contribuito a rafforzare la lira turca.

Correlati:

Accordo fra Trump ed Erdogan?
Trump a Erdogan, gli USA restano in Siria solo per proteggere i siti petroliferi
S-400 Erdogan definisce "sbagliata" la richiesta americana di abbandonarli
Tags:
Lira turca, lira, Turchia, NATO
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik