10:51 09 Dicembre 2019
Adolf Hitler

‘Cimeli’ di Hitler all’asta in Germania. Comprati e regalati agli ebrei da uomo d’affari

© AP Photo /
Mondo
URL abbreviato
206
Seguici su

Oggetti appartenuti ad Adolf Hitler andati all'asta. Un uomo d'affari di origine libanese li compra tutti e li dona ad un'istituzione ebraica. Il gesto commuove il rabbino capo in Europa.

In Germania si è svolta una controversa e contestatissima asta in cui sono stati venduti i cimeli appartenuti ad Adolf Hitler. Gli oggetti del Führer, tra cui un'edizione pregiata del suo libro ‘Mein kampf’, messi in vendita da una casa d’aste di Monaco di Baviera, sono stati acquistati da un uomo d’affari di origine libanese ma residente in Svizzera.

Abdallah Shatila, questo il nome dell’uomo che ha compiuto il gesto, ha riferito che non poteva sopportare che quegli oggetti andassero a finire in mani sbagliate, tra le mani di qualche adepto che ne avrebbe fatto oggetti di culto.

Shatila ha donato l’intera collezione all’incanto, all’istituzione ebraica Keren Hayesod dello Stato d’Israele.

Le scorse settimane anche il commissario tedesco del governo incaricato dell’antisemitismo si era espresso con parole di preoccupazione nei confronti dell’asta pubblica. Per Felix Klein, l’asta banalizzava i crimini dei nazisti, facendo diventare quegli oggetti un culto per simpatizzanti e nostalgici.

Il presidente dei rabbini europei Menachen Margolin, che nei giorni scorsi aveva in tutti i modi tentato di fermare l’asta, è colmo di gratitudine nei confronti di Abdallah Shatila e del suo gesto:

“Il nostro apprezzamento verso di lui non conosce limiti”.

E forse Abdallah Shatila si è già conquistato un posto tra i moderni Giusti tra le nazioni.

Correlati:

USA, desegretato rapporto CIA sull'orientamento sessuale di Adolf Hitler
Germania, rimasti invenduti cinque dipinti realizzati da Adolf Hitler
Tags:
Adolf Hitler
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik