23:38 07 Dicembre 2019
Horten Ho 229 catturato dalle truppe americane (foto d'archivio)

Creato dai nazisti il primo caccia con tecnologia stealth?

CC0
Mondo
URL abbreviato
244
Seguici su

Nonostante le eccezionali caratteristiche tecniche del caccia Ho 229, una delle quali presumibilmente rende l'aereo un vero pioniere della sua classe, il velivolo non è mai riuscito a decollare da terra. Tuttavia probabilmente è servito come fonte d'ispirazione per la società americana Northrop Grumman.

Sebbene i caccia stealth, come ad esempio il B-2 Spirit o il suo successore B-21 Raider che sarà presto prodotto, sono comunemente percepiti come una conquista tecnologica degli Stati Uniti del 21° secolo, tuttavia sembra che il primo aereo a propulsione a reazione sia stato effettivamente ideato da due fratelli tedeschi nella Germania nazista, scrive la rivista americana The National Interest.

L'idea di Walter e Reimar Horten era quella di unire il nuovo motore a turbogetto che la Germania iniziò a produrre negli anni '40 con il progetto di un aliante, ovvero un aereo senza coda aerodinamicamente pulito per non generare turbolenze.

Lo sviluppo arrivava da un'esperienza pratica, dato che Walter, un pilota della Luftwaffe tedesca, e Reimar, un progettista di aeroplani privo di qualifiche aeronautiche formali, avevano costruito diversi alianti senza coda durante la loro giovinezza.

Agli Horten venne dato il via libera per dare inizio alla loro avventura nell'agosto 1943, nel periodo in cui il bombardiere ad ala volante americano Northrop XB-35 non riuscì a beneficiare della produzione di massa per alcuni problemi di progettazione, poiché la mancanza della coda rendeva il velivolo instabile.

Il primo aliante senza motore dei fratelli Horten, noto come H.IX V1, fu assemblato poco dopo, con sottili ali lunghe fatte di compensato per risparmiare peso.

Gli aerei furono chiamati come Ho 229 o Go 229 e dovevano essere usati come velivoli militari. Tuttavia per la capacità di raggiungere la velocità di circa 975 chilometri all'ora, furono riproposti per servire da caccia con due pesanti cannoni Mark 103 da trenta millimetri. La velocità era davvero eccezionale, in quanto avrebbe potuto superare di almeno il 33% la velocità massima dei migliori caccia alleati dell'epoca.

Progetto fallito durante la guerra

L'aereo tuttavia, non fu mai realizzato, perché quando le truppe americane entrarono nella fabbrica di Friedrichroda, in Germania nell'aprile del 1945, trovarono solo le parti della cabina di pilotaggio dei prototipi e vari prototipi in costruzione.

Capace di rompere le onde radar?

Sebbene non sia mai stato espressamente inteso come un caccia stealth, secondo gli Horten il design dell'Ho-229 rendeva difficile il rilevamento radar.

Reimar Horten, che trascorse gli anni del dopoguerra in Argentina, scrisse un articolo nel 1950 per la Revista Nacional de Aeronautica sostenendo che gli aerei di legno avrebbero assorbito le onde radar.

Tags:
Nazismo, Storia, The National Interest, Scienza e Tecnica, Tecnologia, Aeronautica
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik