00:46 11 Dicembre 2019
Protestas en Colombia

E adesso la Colombia? Oltre 200mila in piazza a protestare, le autorità chiedono calma

© AFP 2019 / Raul Arboleda
Mondo
URL abbreviato
181
Seguici su

Circa 207 mila persone hanno preso parte alle proteste in Colombia, i disordini hanno interessato alcune delle principali città del Paese. Presidente, Governo e forze dell’ordine chiedono ai cittadini di mantenere la calma.

"In generale, i manifestanti hanno protestato pacificamente, circa 207 mila persone hanno preso parte a queste pacifiche marce", ha detto ai giornalisti il ​​ministro degli Interni Nancy Gutierrez mentre il video della dichiarazione è stato pubblicato su Twitter dalla polizia colombiana per stemperare gli animi.

La dichiarazione del ministro contraddice tuttavia le informazioni provenienti da varie regioni del Paese e le parole del direttore della polizia nazionale, Oscar Atheortua, che ha riferito si di manifestanti che di poliziotti feriti. "Ventidue persone sono state arrestate per disturbo dell'ordine pubblico ... 28 poliziotti sono rimasti feriti", ha detto Atheortua, parlando dopo la Gutierrez.

​Secondo gli ultimi rapporti dei media, le manifestazioni si sarebbero concluse a Cartagena, Medellin e Cali, ma starebbero continuano nella capitale e in altre città.

A Bogotà, i manifestanti hanno attaccato il Congresso e il Municipio, il centro è pattugliato da veicoli blindati e cannoni ad acqua, ma i manifestanti ancora non si disperdono. A Kali sono state bloccate strade e stazioni di trasporto pubblico. Addirittura è stato annunciato il coprifuoco dalle 19:00. A Cauca, la polizia ha attaccato l'Università della Valle con gas lacrimogeni e gli studenti sono stati evacuati. Bloccate anche le principali strade della città.

Durante il giorno, il Presidente e il Governo hanno ripetutamente sottolineato la natura pacifica delle manifestazioni e hanno invitato i manifestanti a rispettare i diritti dei concittadini.

"Non puoi rivendicare a gran voce i tuoi diritti violando i diritti altrui", ha dichiarato il Presidente Ivan Duque su Twitter.

​Le proteste erano originariamente concepite come marce di studenti e insegnanti, ma l'opposizione politica ha annunciato la sua intenzione di tenere anche uno sciopero generale lo stesso giorno. I cittadini starebbero protestando contro l'inazione delle autorità nella lotta contro la criminalità e la politica economica insoddisfacente.

Le autorità in Colombia avevano espresso in anticipo timori che le proteste potessero seguire lo scenario dei Paesi vicini, dove i disordini hanno causato vittime e gravi danni economici. Alla vigilia delle proteste, il servizio di migrazione aveva chiuso le frontiere terrestri e fluviali, il Governo aveva annunciato misure di emergenza, tra cui un divieto di porto d’armi, la limitazione della vendita e del consumo di alcol e la possibilità di coprifuoco.

In almeno una delle manifestazioni i partecipanti hanno intonato la canzone partigiana 'Bella Ciao'.

RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik