11:04 09 Dicembre 2019
Bolivia's President Evo Morales speaks at a news conference after addressing a United Nations General Assembly special session.

Evo Morales denuncia un tentato assassinio nei suoi confronti

© REUTERS / Mike Segar
Mondo
URL abbreviato
0 23
Seguici su

L'ex presidente boliviano si è detto sicuro che il "malfunzionamento" occorso su un elicottero a bordo del quale ha viaggiato lo scorso mese non è stato frutto del caso.

In un'intervista congiunta con l'ex leader dell'Ecuador, Rafael Correa, ai media russi, Evo Morales ha rivelato che quello che sulle prime era sembrato essere un incidente, apparentemente un malfunzionamento meccanico nel rotore di un elicottero sul quale l'ex capo di stato stava viaggiando il mese scorso, in realtà era un tentativo di assassinarlo.

"All'inizio pensavo che si fosse trattato di un incidente ma adesso non ho alcun dubbio: è stato un tentato omicidio nei miei confronti", ha spiegato Morales.

L'ex presidente, oggi rifugiato in Messico, ha spiegato di aver viaggiato decine e decine di volte a bordo di elicotteri, anche in presenza di condizioni meteo proibitive, ma di non aver mai assistito a nulla del genere.

Il leader boliviano ha spiegato che il mandante dell'omicidio potrebbe essere stato il generale dell'aviazione militare Jorge Gonzalo Terceros Lara, il quale, secondo Morales, sarebbe diventato una persona totalmente diversa negli ultimi tempi.

Per supportare la propria tesi, Morales ha fatto notare che lo stesso giorno, uno degli esponenti dell'opposizione Luis Fernando Camacho, aveva dichiarato che i boliviani "avrebbero presto assistito alla caduta di Evo" e che tale avvenimento "sarebbe stato ripreso in un video".

"Quando si è saputo che eravamo sopravvissuti all'incidente quella sera, quelli che si aspettavano la morte del presidente sono rimasti alquanto delusi", ha proseguito Morales.

Il giorno successivo, ha raccontato Morales dopo essersi recato in visita nella città di Chimoré, l'ex presidente è stato avvicinato da un ufficiale di polizia che gli avrebbe mostrato "numerosi sms e chiamate telefoniche dove si offrivano 50mila dollari" per la sua cattura e gli avrebbe raccomandato pertanto di essere cauto.

La situazione in Bolivia

L'ex presidente Evo Morales è attualmente rifugiato in Messico, dopo che è stato costretto a fuggire dal suo paese natio, dove ha preso il potere il governo provvisorio guidato dalla ex speaker del senato Jeanine Anez, che sta reprimendo con violenza le proteste.

In una recente intervista, il leader del socialismo boliviano si è detto pronto a far ritorno a casa, pur astenendosi dal partecipare alle prossime elezioni presidenziali, solo qualora il nuovo esecutivo dovesse garantirgli l'incolumità.

RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik