20:52 08 Dicembre 2019
Telecomando

In Lettonia sospesa la trasmissione di 9 canali televisivi russi

CC0
Mondo
URL abbreviato
3312
Seguici su

Il Consiglio Nazionale lettone per i media ha sospeso la trasmissione di nove canali televisivi russi, collegati, secondo l'agenzia, con l'uomo d'affari russo Yuri Kovalchuk, lo riporta il giornale Parlamentarskaya gazeta.

La decisione di sospendere la visione di nove canali televisivi russi è stata presa dal Consiglio nazionale per i media lettone questo mercoledì. Secondo quanto riporta il giornale Parlamentarskaya gazeta, il divieto di trasmissione dei nove canali televisivi russi sarà valido fino a quando Yuri Kovalchuk non sarà escluso dalla lista delle sanzioni dell'UE.
La trasmissione è stata interrotta per i canali TV: "Vremya: dalekekoe i blizkoe", "Bober", "Dom kino", "Dom kino premium", "Muzyka Pervogo", "O!", "Poekhali", "Telekafe" e anche "Peterburg - Pyatyj kanal".

Il Consiglio nazionale lettone ha motivato il fatto dicendo che l'uomo d'affari Yuri Kovalchuk è incluso nella lista delle persone che rientrano sono sottoposte alle sanzioni del Consiglio europeo per violazione dell'integrità territoriale dell'Ucraina.

L'opinione dell'Ambasciata russa in Lettonia

Come riporta il sito Ria Novosti, l'Ambasciata russa in Lettonia ritiene che il divieto di trasmissione nella Repubblica di nove canali televisivi russi sia una manifestazione di dura censura e mancanza di rispetto per i principi della democrazia.

"La decisione di vietare l'inoltro in Lettonia di nove canali russi è un'altra manifestazione da parte del Paese del concetto di "libertà di parola". In una lotta senza compromessi contro il dissenso, che acquisisce forme sempre più perverse, le autorità lettoni non esitano a utilizzare la dura censura, bloccando sgradevoli media con pretesti inverosimili. Purtroppo, si tratta di una mancanza di rispetto per i principi della democrazia, che qui sta già diventando la norma", si legge nel messaggio dell'Ambasciata russa su Facebook.

Le autorità dei paesi baltici hanno ripetutamente ostacolato il lavoro dei media russi. Il Ministero degli Esteri della Federazione Russa ha dichiarato segni evidenti di coordinazione tra questi stati. I casi di oppressione dei media nei Paesi baltici, ha sottolineato il ministro, "dimostrano chiaramente che in pratica sono dichiarazioni di impegno di Vilnius, Riga e Tallinn per i principi di democrazia e libertà di parola".

 

 

Tags:
Lettonia, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik