18:09 07 Dicembre 2019
L'attacco missilistico degli USA a Damasco, Siria. (foto d'archivio)

Siria, Damasco bersagliata da decine di razzi israeliani

© AP Photo / Hassan Ammar
Mondo
URL abbreviato
19553
Seguici su

Damasco è stata pesantemente bombardata, dopo che ieri i sistemi anti-aerei Iron Dome di Tel Aviv avevano intercettato quattro razzi provenienti dal territorio siriano.

Nella notte la capitale della Siria, Damasco, e i centri urbani nelle vicinanze sono stati oggetto di pesanti bombardamenti missilistici da parte delle forze armate israeliane.

A riportarlo è la TV di stato della Repubblica Araba siriana, Ikhbariya, la quale ha reso noto che le raffiche di razzi scagliati da Tel Aviv sono state contrastate dalle batterie di contraerea.

Le prime esplosioni sono state udite intorno all'1:30 locale (le 00:30, in Italia), con un intervallo tra l'una e l'altra pari a circa cinque secondi. 

La prima parte dell'attacco, nel corso della quale sono stati contati non meno di venti razzi, è terminata dopo circa 15 minuti, lasciando il posto ad una seconda fase, meno intensa, che ha visto il lancio di un'ordigno ogni due minuti.

Nelle ore immediatamente successive, su Twitter, sono state diffuse diverse sequenze filmate dell'attacco israeliano. 

Conferme da Tel Aviv

Le forze armate israeliane, come riportato dal quotidiano locale Haaretz, hanno confermato di aver colpito decine di obiettivi in territorio siriano.

"L'attacco è stato effettuato in risposta al lancio di missili iraniani contro Israele dal territorio siriano", si legge nella nota diffusa su Twitter dalle autorità militari di Tel Aviv.

​Una reazione prevedibile

La mossa di Israele può essere letta come una ritorsione, all'indomani dell'intercettazione da parte dei sistemi di difesa anti-aerea Iron Dome di quattro missili lanciati dalla Siria verso il territorio dello stato ebraico.

RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik