17:42 07 Dicembre 2019
Stazione Spaziale Internazionale

Nuovo studio NASA rivela rischi per la salute degli astronauti che andranno su Marte

© Foto : Roscosmos/ Sergey Ryazanskiy
Mondo
URL abbreviato
651
Seguici su

Gli scienziati stanno ancora studiando i potenziali effetti di lunghi periodi trascorsi nello spazio sul corpo umano mentre l'umanità spera di intraprendere lunghi e ambiziosi viaggi attraverso il cosmo.

È stata identificata una nuova grave minaccia per la salute che potrebbe rendere vani il lavoro degli scienziati di trasformare in realtà i lunghi viaggi dell'umanità nello spazio.

Un recente studio della NASA su 11 astronauti che hanno trascorso del tempo sulla Stazione Spaziale Internazionale (ISS) afferma che sei di loro hanno sviluppato un flusso sanguigno stagnante o arretrato nella vena giugulare interna, un importante vaso sanguigno che corre lungo il collo dal cervello; questo in un periodo di soli 50 giorni.

Gli astronauti sono stati sottoposti a valutazioni ecografiche per misurare la loro vena giugulare sinistra prima del lancio, a circa 50 giorni nello spazio, 150 giorni e ancora circa 40 giorni dopo il ritorno sulla Terra.

Secondo una ricerca pubblicata su JAMA Network Open, un membro dell'equipaggio ha sviluppato trombosi o blocco nella vena giugulare interna: è la prima volta che questo viene rilevato come dovuto a un volo spaziale.

Esperti medici hanno utilizzato le letture e le immagini raccolte a bordo della ISS per identificare il potenziale problema della giugulare, mentre l'astronauta che ha sviluppato un trombo occlusivo è stato trattato con anticoagulanti per il resto della missione.

Non è ancora chiaro solo quali potrebbero essere le conseguenze di questo tipo di trombosi, ma le implicazioni potrebbero essere gravi e forse persino fatali, credono gli esperti.

Le identità degli astronauti coinvolti nello studio non sono state rivelate per privacy.

Secondo il team questo problema deve essere esaminato prima che gli astronauti possano essere inviati per lunghi viaggi nello spazio, come su una eventuale missione su Marte.

"L'esposizione a un ambiente senza peso durante il volo spaziale provoca uno spostamento cronico del sangue in avanti e del fluido tissutale rispetto alla postura eretta sulla Terra, con conseguenze sconosciute al deflusso venoso cerebrale", scrivono i ricercatori nel loro articolo pubblicato "Valutazione della stasi del flusso sanguigno venoso giugulare e trombosi durante il volo spaziale ”.

Michael Stenger, direttore del Cardiovascular and Vision Laboratory presso il Johnson Space Center della NASA a Houston, e autore senior dello studio, ha dichiarato:

“Questa è stata una scoperta inaspettata. Non ci aspettavamo di vedere la stasi e il flusso inverso. Questo è molto anormale. Sulla Terra si sospetterebbe immediatamente un massiccio blocco o un tumore o qualcosa del genere. "

Mentre sulla Terra è la gravità a far defluire il sangue dalla testa al resto del corpo, nell'ambiente di microgravità della ISS è una storia diversa.

Inoltre, i problemi di flusso sanguigno non sono gli unici rischi per la salute coinvolti.

"I cambiamenti di fluido nella testa durante l'assenza di gravità prolungata causano gonfiore del viso, diminuzione del volume delle gambe, aumento di e riduzione del volume del plasma", scrivono gli scienziati.

Sono necessarie ulteriori ricerche per capire quanto sia effettivamente un problema e come potrebbe essere mitigato nei futuri voli spaziali.

L'alto numero di astronauti che hanno sviluppato una sorta di problema del flusso sanguigno è preoccupante, hanno ammesso gli esperti, che già sanno che il tempo nello spazio può ridurre la densità ossea, cambiare la composizione dei batteri intestinali e danneggiare il cervello umano.

"Questi sono nuovi risultati che potrebbero avere implicazioni significative per la salute umana per il volo spaziale civile e future missioni di esplorazione, come una missione su Marte", hanno concluso i ricercatori.

Correlati:

Iss, robot russo Fedor accusa gli ingegneri americani di arroganza
La prima passeggiata spaziale nella ISS sotto la guida di Luca Parmitano - video
Sulla Iss pranzo comune con piatti della cucina araba
Tags:
Cosmonauta, Spazio, astronauti
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik