17:29 07 Dicembre 2019
Le navi ucraina detenute al porto di Kerch

La Russia ha riconsegnato a Kiev le tre navi ucraine sequestrate

Press service of border management of FSB of the Russian Federation in the Republic of Crimea
Mondo
URL abbreviato
1121
Seguici su

Oggi Mosca ha consegnato alla parte ucraina le tre navi che erano state sequestrate l’anno scorso per violazione delle acque territoriali russe nei pressi dello stretto di Kerch. A confermarlo è il Ministero degli Esteri russo.

"Il 18 novembre, le tre navi della Marina ucraina che a novembre del 2018 avevano violato il confine della Federazione Russa durante una deliberata provocazione di Kiev nello stretto di Kerch ed erano state sequestrate dalle forze dell’ordine russe, sono state riconsegnate alla parte ucraina” ha dichiarato il Ministero degli Esteri russo in una nota ufficiale.

"Queste navi sono prove materiali nel processo penale in corso in Russia sull'attraversamento illegale del nostro confine. Il loro trasferimento in custodia alla parte ucraina si è reso possibile grazie al fatto che le autorità competenti russe hanno completato le necessarie azioni investigative sulle navi stesse e la loro presenza sul territorio della Federazione Russa non è più necessario al proseguimento delle indagini”, ha sottolineato il servizio diplomatico.

L’incidente nello Stretto di Kerch

Alla fine di novembre 2018 tre navi della Marina ucraina violarono il confine di Stato della Russia nei pressi dello Stretto di Kerch e lo strategico Ponte di Crimea compiendo manovre ritenute dalla autorità russe pericolose e ignorandone le reiterate richieste d’alt. Le guardie di frontiera di conseguenza arrestarono i trasgressori e sequestrarono le navi. Le autorità russe definirono l'incidente una provocazione.

RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik