03:42 08 Dicembre 2019
Bolivia's President Evo Morales speaks during a ceremony in Sucre, Bolivia, May 24, 2016

Bolivia: scontri tra civili e polizia, almeno 8 morti e decine di feriti

© REUTERS / Freddy Zarco/Bolivian Presidency
Mondo
URL abbreviato
307
Seguici su

Almeno 8 morti in Bolivia al termine di una manifestazione pacifica di indigeni pro Evo Morales. L'ex presidente dal Messico invita esercito e polizia a smetterla con il massacro di civili.

Non sono bastate le dimissioni “consigliate” di Evo Morales per riportare la calma in Bolivia. Secondo fonti locali sono morte almeno 8 persone negli scontri tra indios pro Evo Morales e l’esercito a Sacaba, nei pressi della città di Cochabamba una delle tre città più popolose della Bolivia.

Risulterebbero anche 75 feriti ma le autorità boliviane non ne danno notizia. Secondo un medico dell’ospedale di Sacaba raggiunto dalla Bbc, le persone uccise sono state colpite da proiettili veri.

Gli scontri vanno avanti da settimane tra i sostenitori di Evo Morales e gli oppositori, con una situazione che ormai rischia di dare vita a una vera e propria guerra civile.

Intanto a El Alto, nei pressi della capitale La Paz, manifestanti avrebbero assaltato una centrale di polizia e sequestrato due sottufficiali. Per risolvere la situazione una delegazione sarebbe in viaggio verso la cittadina per negoziare la liberazione.

L’appello alla pacificazione di Evo Morales

Dal Messico dove si è rifugiato, Evo Morales invita l’esercito e la polizia boliviana a cessare il “massacro”.

Venerdì scorso, intervistato dalla Bbc, Morales ha detto che per quanto riguarda i supposti brogli elettorali delle elezioni di ottobre, contro di lui non ci sono accuse sostanziali.

Inoltre, fa notare, che nella Commissione elettorale molti membri appartenevano all’opposizione.

Le mosse del nuovo governo

Il nuovo governo guidato da Jeanine Anez sta prendendo le distanze dagli alleati regionali amici di Evo Morales, in primis dal Venezuela. Il governo della Anez ha anche deciso il rimpatrio di ben 700 medici cubani.

Correlati:

Evo Morales si rifugia in Messico ma pronto a tornare "più forte di prima"
Morales ringrazia il Messico "per avergli salvato la vita" ma in Bolivia è rischio guerra civile
Morales tornerà in Bolivia se l'Assemblea Legislativa non approverà le dimissioni
Tags:
Evo Morales, Bolivia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik