18:01 07 Dicembre 2019
Mirino di un fucile da cecchino

Italia compra mirini telescopici russi di nuova generazione

© AP Photo / Alexander Zemlianichenko
Mondo
URL abbreviato
0 131
Seguici su

I mirini di ultima generazione della Shvabe sono molto richiesti sul nostro mercato e la compagnia ha intenzione di allargare i propri interessi nel Belpaese.

La holding russa Shvabe, facente parte del gruppo imprenditoriale Rostech, ha cominciato l'esportazione di mirini telescopici per armi da fuoco sportive e d'ordinanza. 

"L'Italia ha acquistato sette modelli di mirini telescopici prodotti presso la fabbrica di Novosibirsk", ha riferito un portavoce della compagnia durante una conferenza stampa indetta per annunciare l'accordo raggiunto con il nostro paese.

Per la loro installazione su armi come le carabine "Saiga", "Tigre" e "Cinghiale", sono stati scelti dei mirini modello PO6x36, PO3-9x24 e PO4x24 con le loro varianti modificate.

Il corpo del mirino è fabbricato utilizzando Alluminio 7075, una lega di alluminio e zinco impiegata in campo aeronautico, il quale assicura affidabilità e sono ricoperti da uno strato in polimeri, che proteggono i mirini da eventuali danni meccanici.

Oltre ai mirini più conosciuti sul mercato europeo, l'Italia avrà accesso ad alcuni degli ultimi modelli, ovvero il PO1x20A, il PO4-12x36P, il PO1/4 e il PO15/6.

"In passato abbiamo già effettuato delle forniture in Italia, dove il nostro lavoro è stato giudicato in maniera molto positiva dagli esperti del settore. 

I nostri dispositivi sono molto richiesti, pertanto siamo interessati ad allargare la nostra presenza in questo mercato", ha dichiarato il vicedirettore di Shvabe Ivan Ozhgichin. 

RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik