23:52 07 Dicembre 2019
Adolf Hitler in Polonia

"Amava mele e carote": in Polonia trovate le serre di Hitler

© AP Photo /
Mondo
URL abbreviato
581
Seguici su

Vicino al bunker "Tana del Lupo" spuntano i resti di un complesso di serre dove venivano coltivate frutta e verdura per il Führer.

Lo storico Jacek Adamski del Museo di guerra Mazurolandia ha riferito al quotidiano britannico Daily Mail che gli specialisti avevano ipotezzato l’esistenza dei giardini e serre vicino alla “Tana del Lupo”, nota anche come il "Quartier generale di Rastenburg".

“Hitler, essendo astemio, non fumatore e vegetariano, aveva giardini simili in ciascuno dei suoi quartier generali, quindi tre anni fa abbiamo iniziato a cercarli, studiando le foto, facendo lo spoglio degli archivi e parlando con persone originarie di questi luoghi”, ha osservato Adamski.

A quasi un chilometro dal bunker del Führer, gli storici sono riusciti a trovare il fondamento di una casetta da giardiniere, due serre e anche una caldaia sotterranea, che forniva al complesso acqua e lo riscaldava. Con ausilio della caldaia era possibile coltivare frutta e verdura tutto l'anno.

Come ha spiegato Adamski, Hitler non prendeva mai cura del suo orto di persona, ma gradiva la frutta fresca e la mangiava ogni giorno. Il suo degustatore di cibo Margot Wölk fu costretto a lavorare nei giardini e controllorare che il cibo non fosse avvelenato. In seguito l’impiegato del leader nazista raccontò quale cibo preferiva il suo ex datore di lavoro. Hitler gradiva mele, brodo di verdura, ragù di patate e carote, purè di patate, nonchè asparagi, pepe e piselli con riso e insalate.

Il quartier generale “Tana del Lupo” fu costruito nella città Rastenburg (ora Ketrzyn) al territorio della Prussia orientale. Tale installazione occupava una superficie di 250 ettari e fu un sistema di cinquanta bunker di calcestruzzo armato e lo stesso numero di edifici fuori terra più leggeri. Il Führer vi trascorse più di due anni e partì nel luglio del 1944 dopo il tentativo di omicidio nei suoi confronti sotto la guida del conte Claus Schenk von Stauffenberg.

Nel mese di settembre è stata scoperta una bomba di cinque tonnellate nel Canale di Piast a Swinoujscie, in Polonia occidentale. L’ordigno risale al periodo della Seconda guerra mondiale ed è una delle bombe più grandi utilizzate dagli Alleati durante il conflitto.

Tags:
Seconda Guerra Mondiale, Storia, Polonia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik