23:46 07 Dicembre 2019
Ricostruzione di Notre-Dame a Parigi

Notre-Dame, la guglia fa scoppiare un litigio tra i responsabili della ricostruzione

© Sputnik . Oxana Bobrovitch
Mondo
URL abbreviato
0 23
Seguici su

Il restauro della guglia della Cattedrale di Notre-Dame a Parigi, distrutta dopo un vasto incendio avvenuto ad aprile scorso, ha innescato una polemica tra il capo architetto dei monumenti storici francesi Philippe Villeneuve ed il generale Jean-Louis Georgelin, il responsabile per la ricostruzione di Notre-Dame.

L’architetto Philippe Villeneuve sostiene il piano, secondo il quale la guglia deve essere ripristinata nello stato in cui era prima dell’incendio. A questa idea si è opposto il generale Georgelin, nominato responsabile per la ricostruzione dal presidente francese Emmanuel Macron, riferisce il canale televisivo BFMTV. L’emittente osserva che Georgelin, da parte sua, ha espresso il desiderio di rendere la guglia più moderna.

Come riferisce il canale, mercoledì durante una riunione della commissione dell'Assemblea nazionale francese Georgelin ha rilasciato delle affermazioni brusche nei confronti di Villenueve. Praticamente il generale ha invitato il suo avversario “a stare zitto” in modo che sia stata fatta “la scelta migliore per Notre-Dame, Parigi e il mondo”.

Il ministro della Cultura francese Franck Riester in un post su Twitter ha definito le parole di Georgelin come inaccettabili, sottolineando che il rispetto è il valore più importante della Francia e i funzionari devono dare buon esempio alla società francese.

Incendio di Notre-Dame

Il grave incendio si è verificato alla Cattedrale di Notre-Dame il 15 aprile scorso. Il rogo era divampato dalle impalcature erette sopra il tetto della chiesa per dei lavori di restauro. La cattedrale è rimasta gravemente danneggiata, la guglia e il suo tetto sono crollati.

Il presidente francese Emmanuel Macron in precedenza aveva dichiarato che Notre-Dame potrebbe essere ricostruita in cinque anni, tuttavia molti esperti sostengono che ci vorrà molto più tempo.

Tags:
Francia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik