10:45 09 Dicembre 2019
Chinese President Xi Jinping delivers his speech at the opening of the BRICS Summit in Johannesburg Wednesday, July 25 2017

Contro protezionismo e unilateralismo – Xi Jinping chiude così la conferenza BRICS

© AP Photo / Themba Hadebe
Mondo
URL abbreviato
160
Seguici su

Il Presidente cinese Xi Jinping, in chiusura del forum dei Paesi BRICS a Brasilia, ha affermato che il protezionismo e l'unilateralismo hanno inferto un duro colpo al commercio internazionale e stanno gravemente rallentando l'economia. Ma ci sono anche nuove speranze.

In occasione del VIII BRICS Trade Union Forum tenutosi quest’anno in Brasile, imprenditori di Brasile, Russia, India, Cina e Sudafrica hanno avuto la possibilità di presentare proposte sulle politiche economiche ai leader dei cinque Paesi.

Il presidente Xi ha ribadito il costante sostegno della Cina al libero scambio e al multilateralismo, punto di comune consenso già raggiunto tra i cinque membri BRICS nel vertice dell'anno scorso. Xi ha anche esortato i leader aziendali degli Stati a rafforzare la fiducia nella crescita e a trovare modi innovativi per affrontare le crescenti sfide poste dal protezionismo.

Contro protezionismo e unilateralismo

Il leader cinese ha osservato che da una parte il mondo sta affrontando un nuovo ciclo di rivoluzione tecnologica e cambiamenti industriali tali da offrire forti motivi di impulso alle attività produttive ed allo sviluppo economico, dall’altro però, protezionismo, unilateralismo ed egemonia sono in aumento, colpendo duramente il commercio internazionale e spingendo verso il basso l'economia globale.

Xi ha affermato che, nella situazione attuale, i grandi imprenditori dovrebbero adottare misure che includano il sostegno al multilateralismo, l'eliminazione delle barriere commerciali e l'aumento della connettività, al fine di garantire una cooperazione stabile internazionale.

“La comunità imprenditoriale assume un ruolo guida nella cooperazione commerciale tra i Paesi BRICS, quindi dovrebbe continuare a svolgere un ruolo attivo in quanto è in prima linea nei cambiamenti", ha affermato aggiungendo che anche abbracciare l’economia digitale e la crescita verde potrà contribuire alla vitalità economica globale.

Lo sviluppo della Cina opportunità per il mondo

Xi sostiene che lo sviluppo della Cina sia un’opportunità anche per il resto del mondo. La Cina ha contribuito per oltre il 30% alla crescita economica mondiale. L'anno scorso, gli investimenti diretti esteri in Cina sono ammontati a 143 miliardi di dollari USA, cifra impensabile pochi decenni fa.

Il Presidente ha anche promesso che la Cina continuerà ad aprire ulteriormente il suo mercato, a rafforzare le importazioni e a migliorare il suo ambiente per le imprese e gli investimenti stranieri.

Infine Xi accenna alla Nuova Via della Seta (Belt and Road come viene chiamata in campo internazionale) affermando che questa rappresenterà una nuova fase di sviluppo di alta qualità e gli uomini d’affari di tutto il mondo non dovrebbero lasciarsi sfuggire le opportunità che questa favorirà.

RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik