17:38 07 Dicembre 2019
Artist's rendering of a Russian Canopus-B satellite in Earth orbit.

La Russia lancerà circa 30 satelliti di navigazione di nuova generazione entro il 2030

CC BY-SA 4.0 / José Furtado
Mondo
URL abbreviato
2160
Seguici su

La flotta satellitare russa potrebbe vedere più che raddoppiati i propri effettivi, con una trentina di satelliti di nuova generazione che dovrebbero entrare in orbita entro la fine del 2030.

La Federazione Russa si sta preparando a lanciare in orbita una trentina di nuovi satelliti di navigazione globale (in inglese global navigation satellite system, ndr) di nuova generazione modello Glonass-K e Glonass-K2.

Secondo le informazioni riportate dai media russi, la Russia effettuerà il lancio  della nuova costellazione satellitare entro il 2031, utilizzando 20 vettori Sojuz-2.16 e Angara-A5 dal cosmodromo di Pleseck, situato nella regione di Arcangelo.

Il primo lancio, stando alle indiscrezioni, dovrebbe essere previsto già per il 2020, mentre l'entrata in orbita e la messa in funzione dei restanti veicoli spaziali saranno effettuate tra il 2021 e il 2030.

I satelliti next gen

I satelliti russi di nuova generazione modello Glonass-K e Glonass-K2 si distinguono dai loro predecessori, i Glonass-M per il maggior numero di segnali di navigazione disponibili (7 e 9, rispettivamente, per il Glonass-K e il Glonass K-2 contro i 5 del Glonass-M).

Inoltre, i nuovi veicoli spaziali messi a punto dall'industria aerospaziale di Mosca hanno dalla loro un periodo di attività potenziale superiore, che può arrivare fino a 10 anni, contro i 7 delle precedenti iterazioni.

La flotta satellitare russa

Attualmente la costellazione di navigazione satellitare globale russa comprende 27 veicoli spaziali, 25 Glonass-M e 2 Glonass-K.

Di questi, 23 risultano essere in servizio permanente, due sono in manutenzione, uno è in fase di sperimentazione mentre l'ultimo funge da riserva orbitale.

 

RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik