11:05 09 Dicembre 2019
Oleg Sokolov durante una rievocazione di battaglie di epoca napoleonica nel 2016

Video: storico russo getta nel fiume i resti della sua compagna

© Sputnik . Kirill Kallinikov
Mondo
URL abbreviato
111
Seguici su

Oleg Sokolov, storico ed ex professore associato dell'Università statale di San Pietroburgo, è stato formalmente accusato dell'omicidio della sua dottoranda e compagna, ha dichiarato l'avvocato Alexander Pochuev.

"Sokolov è stato accusato di omicidio secondo il primo paragrafo dell'articolo 105 del codice penale russo", ha dichiarato Alexander Pochuev.

In precedenza era stato riferito che il tribunale di San Pietroburgo aveva sentenziato la custodia cautelare in carcere nei confronti del professor Sokolov fino all'8 gennaio 2020 durante lo svolgimento delle indagini.

La difesa dello storico intende impugnare questa decisione, in quanto ritiene che un professore emerito non debba trovarsi in cella con recidivi, ha detto Pochuev.

Il video in cui si vede come Sokolov abbia cercato di sbarazzarsi di parti del corpo della donna è stato pubblicato sui social media.

Secondo le prime ricostruzioni degli investigatori, Sokolov ha ucciso la sua compagna Anastasia Yeshchenko sparando con un fucile a canne segate il 7 novembre, mentre la notte del 9 novembre ha deciso di disfarsi del corpo smembrandolo. La mattina del 9 novembre Sokolov, con uno zaino al cui interno c'erano le braccia della giovane donna, è stato tirato fuori dall'acqua gelata vicino al fiume. Successivamente il professore è stato arrestato per sospetto omicidio.

La 24enne Yeshchenko, ex studentessa e innamorata del 63enne Sokolov, aveva scritto diverse opere scientifiche insieme al professore. I due convivevano nell'appartamento del professore, dove gli investigatori hanno trovato i resti del corpo di una donna.

Al processo Sokolov ha confessato il delitto ed ha dichiarato di essere d'accordo con la custodia cautelare in carcere. Una lite è stato il movente dell'omicidio: secondo il professore, la sua donna si è trasformata in un "mostro di una fiaba".

Tags:
Giustizia, Russia, San Pietroburgo
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik