04:17 08 Dicembre 2019
NATO

Primo ministro polacco su critica NATO di Macron: lui "non sente il fiato dell'orso russo sul collo"

© REUTERS / Ints Kalnins
Mondo
URL abbreviato
345
Seguici su

In un'intervista con l'Economist all'inizio di questo mese, il presidente francese Emmanuel Macron ha affermato che "ciò che stiamo attualmente vivendo è la morte cerebrale della NATO", un'osservazione che è già stata criticata dal cancelliere tedesco Angela Merkel e dal segretario generale della NATO Jens Stoltenberg.

Parlando con il Financial Times, il primo ministro polacco Mateusz Morawiecki ha risposto alle affermazioni "pericolose" del presidente francese Emmanuel Macron secondo cui la NATO sarebbe “cerebralmente morta” a causa del fatto che gli Stati Uniti in effetti non la guidano più.

Secondo Morawiecki, la NATO è "l'alleanza più importante del mondo quando si tratta di preservare la libertà e la pace".

Ha affermato che i dubbi di Macron sulla fattibilità della NATO "potrebbero spingere gli altri alleati a domandarsi se forse è la Francia ad avere preoccupazioni nel far parte di essa", esprimendo la speranza che "possiamo ancora contare sul fatto che la Francia possa adempiere ai suoi obblighi".

“La Francia spende meno del 2% del PIL (per la difesa). (…) Penso che bisognerebbe chiedersi perché alcuni aspetti della NATO non sono come desideriamo. E non è per la mancanza d'impegno degli Stati Uniti nei confronti dell'alleanza, ma piuttosto per la mancanza di reciprocità da parte di alcuni alleati europei", ha detto Morawiecki.

Ha elogiato il sostegno permanente degli Stati Uniti all'Europa, sostenendo che "se non fosse stato per l'aiuto degli Stati Uniti, l'Europa non si sarebbe liberata dall'occupazione nazista tedesca".

Qualcosa di simile è stato affermato dal ministro degli esteri tedesco Heiko Maas, che ha criticato le ultime osservazioni di Macron sulla NATO, dicendo che "sarebbe un errore se minassimo l'alleanza" e che "senza gli Stati Uniti, né la Germania né l'Europa sarebbero in grado di proteggersi efficacemente".

Il cancelliere tedesco Angela Merkel, a sua volta, ha affermato che "il presidente francese ha trovato parole piuttosto drastiche per esprimere le sue opinioni".

Ha fatto eco il segretario generale della NATO Jens Stoltenberg, che ha respinto le osservazioni di Macron e ha esortato gli Stati Uniti e l'Europa a "lavorare insieme più di quanto abbiamo fatto per decenni".

Il primo ministro polacco Berates rimprovera Macron per la sua posizione sulla Russia

Nel contesto del suo paese, Morawiecki, a sua volta, ha affermato che la NATO è "la principale fonte di sicurezza" per la Polonia, scagliandosi contro l'idea di Macron di un riavvicinamento con la Russia.

Ha chiarito che Varsavia è "molto favorevole alla cooperazione con una Russia pacifica e democratica", aggiungendo che "la Russia non è pacifica ed è abbastanza aggressiva intorno a loro".

“Il presidente Macron si trova in una posizione diversa perché non sente il fiato dell'orso russo sul collo. Penso che la solidarietà dell'UE dovrebbe essere importante per tutti i leader dell'UE finché non dovremmo tollerare le riserve di altri partner dell'UE nei confronti della Russia", ha concluso Morawiecki.

I suoi commenti sono arrivati ​​sulla scia dell'intervista di Macron al The Economist all'inizio di questo mese, durante la quale il presidente francese ha affermato espressamente che "ciò che stiamo vivendo attualmente è la morte cerebrale della NATO" e che "non hai alcun coordinamento del processo decisionale strategico tra gli Stati Uniti e i suoi alleati della NATO ”.

Correlati:

Da incubo! Fisco italiano tra i peggiori dei paesi OCSE, meglio solo di Francia e Polonia
Polonia, alle elezioni politiche stravince la destra di Kaczyński
Diplomatico russo respinge tesi dell'occupazione sovietica della Polonia
Tags:
NATO, Mateusz Morawiecki
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik