17:03 22 Novembre 2019
Il monumento alla Gloria dell'Armata Rossa, Stalingrado

Europa occidentale non ricorda contributo russo alla vittoria sul nazismo – Sindaco di Montpellier

Mondo
URL abbreviato
15292
Seguici su

La Russia ha più volte detto che l'Occidente stava provando a riscrivere la storia della Seconda guerra mondiale e i suoi risultati.

L’Europa occidentale non rende abbastanza omaggio al ruolo della Russia nella vittoria sul nazismo, afferma il sindaco della città francese di Montpellier, Philippe Saurel.

“L’Europa occidentale non ricorda abbastanza il contributo che la Russia, l’Armata Rossa e il popolo sovietico hanno dato alla vittoria sul nazismo”, ha detto Saurel all’emittente televisiva Rossiya 1.

Alla cerimonia di premiazione del Cremlino per i cittadini russi e stranieri, presieduta dal presidente russo Vladimir Putin a inizio settimana, Saurel ha sottolineato che non potrebbe esistere una Grande Europa senza la Russia.

La Grande guerra patriottica fu una porzione cruciale della Seconda guerra mondiale (1939-1945). Cominciata il 22 giugno 1941, quando la Germania sferrò un attacco contro l’Unione sovietica in violazione di tutti i trattati esistenti in quel periodo storico. Gli alleati della Germania nella guerra furono la Romania, l’Italia, la Slovacchia, che si unirono il 23 giugno, poi la Finlandia (25 giugno), l’Ungheria (27 giugno) e la Norvegia (16 agosto).

La Germania firmò l’atto della resa incondizionata in un sobborgo di Berlino nella tarda serata dell’8 maggio 1945 (9 maggio secondo l’ora di Mosca).

Correlati:

Sei bombe della Seconda Guerra mondiale fatte brillare nel mare di Porto Azzurro
Palermo, bomba della Seconda Guerra Mondiale trovata davanti ad una chiesa
La fuga più audace nella storia della Seconda Guerra Mondiale
Tags:
Russia-UE, Seconda Guerra Mondiale
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik