Widgets Magazine
09:05 13 Novembre 2019
Evo Morales

Morales promette nuove elezioni dopo parere OSA

© REUTERS / Carlos Garcia Rawlins
Mondo
URL abbreviato
0 03
Seguici su

I disordini in Bolivia sono scoppiati in seguito alle elezioni presidenziali del 20 ottobre. Le autorità elettorali affermano che Morales si è assicurato un nuovo mandato al primo turno, mentre Mesa si è rifiutata di riconoscere i risultati del voto.

Il presidente boliviano Evo Morales annuncia che chiederà nuove elezioni dopo che l’Organizzazione degli stati americani (OSA) aveva pubblicato il rapporto in cui si afferma che i risultati del voto dovrebbero essere annullati a causa di irregolarità.

"Ho preso la decisione in primo luogo di aggiornare completamente il personale del Corte Suprema Elettorale, <...> in secondo luogo di chiedere delle nuove elezioni generali, attraverso le quali le persone possano eleggere democraticamente nuovi politici", ha detto Morales durante una conferenza stampa trasmessa da ATB.

L’OSA nel corso della giornata ha fornito alcuni dettagli attraverso la sua relazione preliminare, in cui si legge che non può verificare il risultato delle elezioni in Bolivia del 20 ottobre e raccomanda un altro voto.

Secondo il rapporto preliminare, è statisticamente improbabile che Evo Morales abbia avuto il 10% di differenza dei voti necessari a vincere le elezioni presidenziali al primo turno.

Il paese sudamericano è stato scosso dalle proteste iniziate subito dopo le elezioni del 20 ottobre, con cui Evo Morales si era assicurato un secondo mandato presidenziale, con le opposizioni che non hanno voluto riconoscere i risultati.

Il culmine delle manifestazioni è stato raggiunto venerdì, quando i media boliviani hanno riportato che le forze dell’ordine erano scese in piazza al fianco dei manifestanti, nella capitale Scure e nella città di Santa Cruz de la Sierra.

Sabato scorso, il governo boliviano ha invitato la polizia ad avviare un dialogo e ha aperto a un aumento delle pensioni del 100%.

Le parole di papa Francesco per la Bolivia

La crisi politica e sociale esplosa in Bolivia è giunta fino a Roma, dove Papa Francesco durante l’Angelus di domenica ha chiesto ai presenti di pregare per la Bolivia che “confina con la sua patria”.

Ha anche chiesto ai boliviani di attendere pazientemente l’approvazione da parte dell’autorità internazionale, e di evitare quindi ogni forma di violenza.

Correlati:

Bolivia: oppositori occupano radio e TV di stato e tagliano le trasmissioni
Papa Francesco: Coraggiose politiche occupazionali e un pensiero per la Bolivia
Tags:
Evo Morales, Bolivia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik