11:43 21 Novembre 2019
Estrazione di petrolio

Iran scopre giacimento di petrolio con 53 miliardi di barili di greggio

CC0 / PIxabay
Mondo
URL abbreviato
280
Seguici su

L'Iran ha scoperto un nuovo giacimento petrolifero contenente 53 miliardi di barili di greggio, ha detto domenica il presidente Hassan Rouhani, una scoperta che aumenterebbe le riserve accertate dell'Iran di oltre un terzo.

Il giacimento copre 2.400 chilometri quadrati e si trova nella provincia sud-occidentale dell'Iran del Khuzestan, ha detto Rouhani in un discorso trasmesso dalla televisione di stato.

Rouhani ha fatto l'annuncio domenica in un discorso nella città deserta di Yazd, sede della sua industria petrolifera cruciale.

"Questo è un piccolo dono del governo al popolo iraniano", ha detto.

"Sto dicendo alla Casa Bianca che nei giorni in cui sanziona la vendita di petrolio iraniano, i lavoratori e gli ingegneri del paese sono stati in grado di scoprire 53 miliardi di barili di petrolio", ha detto Rouhani, secondo l'agenzia di stampa semi-ufficiale Fars.

Il giacimento è profondo di 80 metri si estende per circa 200 chilometri dal confine del Khuzestan con l'Iraq fino alla città di Omidiyeh, ha aggiunto Rouhani.

La scoperta aggiungerebbe circa un 34% in più alle attuali riserve accertate del membro OPEC, stimate dal colosso energetico BP a 155,6 miliardi di barili di greggio.

L'Iran è un membro fondatore dell'Organizzazione dei Paesi esportatori di petrolio e si trova su quelle che erano già le quarte riserve petrolifere al mondo e le seconde riserve di gas.

Ma continua a faticare per vendere il suo petrolio da quando il presidente degli Stati Uniti Donald Trump si è ritirato dall’importante accordo nucleare del 2015 (PACG) e ha reintrodotto sanzioni unilaterali contro Iran.

Le restanti parti dell'accordo - Gran Bretagna, Cina, Francia, Germania e Russia - hanno lavorato per salvarlo evitando le sanzioni statunitensi, ma i loro sforzi finora hanno dato pochi frutti.

Il superamento dei limiti dell’arricchimento dell’uranio 

L'Iran da allora ha oltrepassato i limiti di accumulo e di arricchimento dell’uranio, nonché ha iniziato a utilizzare centrifughe avanzate vietate dall'accordo. Ha appena iniziato a iniettare gas di uranio in centrifughe anche in una struttura sotterranea.

Il fallimento dell'accordo nucleare ha coinciso con un'estate costellata di misteriosi attacchi alle petroliere e alle strutture petrolifere saudite dei quali gli Stati Uniti accusano l'Iran. Teheran ha negato qualsiasi accusa.

Correlati:

Funzionari federali USA avvertono: Russia, Cina, Iran minacciano le elezioni del 2020
L'Iran afferma di aver iniziato ad arricchire l'uranio al 5%
Mosca spera che l'Iran non abbia armi nucleari
Tags:
Iran, Petrolio, uranio
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik