00:06 16 Novembre 2019
Lula, ex presidente brasiliano

Brasile: Lula da Silva fa un bagno di folla dopo la scarcerazione

Instituto Lula / Roberto Stuckert
Mondo
URL abbreviato
290
Seguici su

L'ex presidente brasiliano Luiz Inacio Lula da Silva ha tenuto un discorso a una folla di sostenitori a Sao Bernardo do Campo (periferia di San Paolo), dove ha dichiarato di essere disposto a guidare l'opposizione e ha criticato il presidente Jair Bolsonaro.

"Bolsonaro è stato eletto democraticamente, abbiamo accettato il risultato delle elezioni, ma è stato eletto per governare per il popolo brasiliano, non per i miliziani di Rio de Janeiro", ha detto, ricevendo lauti applausi.

Nell'adorazione totale dei suoi seguaci del Partito dei Lavoratori che una volta guidava, Lula ha attaccato la sua nemesi, Jair Bolsonaro, che poche ore prima la sua scarcerazione lo aveva definito un "mascalzone", e coloro che lo avevano imprigionato lo scorso anno per corruzione.

Lula è stato assalito dalla folla quando è arrivato al sindacato di Sao Bernardo do Campo, cittadina vicino a San Paolo, mentre la gente si spingeva per abbracciare e stringere la mano all'ex lustrascarpe diventato uno dei presidenti più popolari del Brasile.

Il complesso era decorato con un enorme striscione dell'immagine di Lula e circondato da un mare di sostenitori che indossavano magliette rosse e sventolavano bandiere "Free Lula".

La liberazione di Lula è arrivata dopo una sentenza della Corte Suprema politicamente sensibile che ha potuto liberare migliaia di detenuti. La decisione 6-5 ha annullato una norma che impone ai criminali condannati di andare in prigione dopo aver perso il loro primo appello.

Questi detenuti potranno restare in libertà fino a quando non avranno esaurito i loro diritti di appello, un processo che, secondo i critici, potrebbe richiedere anni in casi che coinvolgono persone in grado di permettersi costosi avvocati.

Bolsonaro, che ha dichiarato sulla scia della campagna elettorale dell'anno scorso che spera che Lula "marcisca in prigione", ha detto sabato ai suoi seguaci di Twitter che Lula era "momentaneamente libero, ma colpevole".

La decisione della Corte Suprema e il rilascio di Lula hanno spinto sabato migliaia di manifestanti filo-governativi a scendere in piazza a Rio de Janeiro e San Paolo, in opposizione alla sentenza della corte.

Il casellario giudiziario di Lula gli impedisce di candidarsi per un incarico politico, almeno per ora. Lula non è stata dichiarato innocente; La pena di otto anni e dieci mesi per corruzione e riciclaggio di denaro (avviata in primo luogo da Moro) continua a pesare e gli impedisce di candidarsi alle elezioni presidenziali del 2022.

Tuttavia, nell'atmosfera di Sao Bernardo do Campo molti militanti stavano già fantasticano sul suo ritorno al governo urlando gli slogan "Lula libre" in "Lula innocente".

Correlati:

Lula (dal carcere) si candida alle presidenziali in Brasile
Brasile, sarà la Corte Suprema a decidere su accuse a Lula
Brasile, Corte Suprema vota il carcere per ex presidente Lula
Tags:
Luiz Inácio Lula da Silva
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik