22:43 11 Dicembre 2019
Bill Gates

Bill Gates pronto a votare Trump se democratici gli faranno pagare troppe tasse

© AFP 2019 / Saul Loeb
Mondo
URL abbreviato
333
Seguici su

Bill Gates, con un patrimonio stimato in 107 miliardi di dollari, ha fatto sapere di essere disposto a votare per la rielezione di Donald Trump alle presidenziali del 2020 se i democratici si ostineranno a fargli pagare la giusta percentuale di tasse.

Il bizzarro suggerimento è solo l'ultimo segno che l'èlite americana è pronta a sostenere un autoritario se la patrimoniale ai miliardari proposta dalla candidata democratica Elizabeth Warren si concretizzerà.

"Se dovessi pagare 20 miliardi di dollari, va bene", ha detto Gates ieri alla conferenza del New York Times "DealBook", discutendo della possibile tassa sulla ricchezza. "Ma quando dici che dovrei pagare 100 miliardi di dollari, allora inizio a fare due conti su quel che mi rimarrebbe."

I presenti si sono messi a ridere, prima che Gates dicesse: "Mi dispiace, sto solo scherzando".

La tassa sui patrimoni dei miliardari proposta dalla Warren non avrebbe fatto sborsare a Gates 100 miliardi $, ma anche se lo avesse fatto, al patron di Microsoft sarebbero rimasti circa 7 miliardi $. In realtà la patrimoniale promossa dalla Warren sarebbe pari solo al 2% all'anno e si applicherebbe a chi detiene beni per oltre 50 milioni di dollari, mentre l'aliquota salirebbe al 3% all'anno per gli americani con una fortuna superiore al miliardo $. La tassa genererebbe entrate per circa 2,75 trilioni di dollari in 10 anni, secondo Warren, e finanzierebbe l'istruzione e l'assistenza sanitaria per tutti gli americani.

Gates, sostenitore della tassazione progressiva, ha dichiarato di non essere intenzionato a rivelare pubblicamente per chi voterà nel 2020, ma ha fatto capire di essere disposto a valutare il voto a Trump se il suo avversario non è abbastanza "professionale".

"Non ho intenzione di fare dichiarazioni politiche", ha detto Gates. "Ma credo che non importi il tipo di politica che uno ha in mente [...] comunque deciderò chi sia più professionale nella situazione attuale, probabilmente è la cosa che peserò di più. E spero che il candidato più professionale sia un candidato eleggibile."

Alla conferenza Gates ha anche affermato di dubitare che la Warren si preoccupi di sedersi con lui per discutere del suo nuovo piano fiscale, altra battuta che ha suscitato le risate del pubblico presente.

"Non sono sicuro di quanto sia disponibile, o che sia disposta a sedersi con qualcuno che dispone molto denaro", ha detto Gates.

La diretta interessata ha risposto via Twitter, affermando al contrario che sarebbe stata disponibilissima a parlare con Gates della sua tassa sulla ricchezza.

"Sono sempre felice di incontrare persone, anche se abbiamo opinioni diverse. @BillGates, se ne avremo la possibilità, mi piacerebbe spiegare esattamente quanto pagheresti secondo la mia proposta di tassazione. (Prometto che non sono 100 miliardi di dollari.)", il tweet della Warren.

​Anche Bernie Sanders, il rivale della Warren alle primarie del Partito Democratico, ha commentato le parole di Bill Gates con un tweet.

"I miliardari sono spaventati e dovrebbero esserlo".
Tags:
Società, Tasse, Fisco, Presidenziali USA 2020, Donald Trump, Bill Gates
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik