16:37 22 Novembre 2019
5G

Una settimana dopo il lancio delle 5G in Cina studiano già la rete 6G

© REUTERS / Fabian Bimmer
Mondo
URL abbreviato
123
Seguici su

Le reti di nuova generazione 6G permetteranno di trasmettere dati a velocità inimmaginabili, potendo arrivare a circa 100 gigabyte al secondo.

Il Ministero della Scienza e della Tecnologia cinese, sorprendendo un po' tutti, ha rivelato di essere già al lavoro sulla nuova generazione di rete mobile wireless 6G.

Tale annuncio arriva infatti a meno di una settimana dalla presentazione dei nuovi standard 5G, già lanciati in diverse città del Paese.

All'evento, che ha avuto luogo nella capitale Pechino, ha partecipato anche il viceministro Wang Wei, il quale ha sottolineato che "la ricerca sulle tecnologie 6G si trova ancora ad una fase iniziale e la rotta, soprattutto da un punto di vista tecnico, non è ancora stata tracciata, così come vanno ancora definiti nel dettaglio gli scenari di applicazione della nuova frontiera della rete".

Le autorità di Pechino hanno rivelato di aver già riunito un equipe di 37 esperti in telecomunicazioni provenienti dalle migliori aziende ed università del Paese per iniziare ad elaborare un piano di ricerca sulla rete 6G, al fine di verificare la fattibilità del progetto e le sue tempistiche. 

100 giga al secondo

Sebbene dunque la strada sia ancora tutta da percorrere, secondo quando rivelato la nuova generazione di connessione mobile potrebbe raggiungere delle velocità assolutamente inimmaginabili per gli standard moderni, con delle reti wireless che potrebbero oltrepassare frequenze di 1THz 1000 GHZ), permettendo di trasmettere dati all'incredibile rateo di 100 gigabyte al secondo.

Delle cifre assolutamente fuori scala, considerando che, a titolo di esempio, il 5G, che pure è stato battezzato come la nuova frontiera di Internet, può arrivare 'appena' ad un massimale pari a 1-1,7 gigabyte al secondo, ossia anche 100 volte meno rispetto a quanto promettono gli esperti cinesi.

Il lancio del 5G in Cina

Il 1 novembre in Cina si è assistito al lancio della rete 5G in diverse città della Cina, anticipando i tempi della transizione dalla vecchia generazione di un anno: dal 2020 al 2019.

L'operatore China Mobile ha assicurato di poter offrire la copertura del servizio in 30 città, con velocità da 300 Mbps a 1 Gbps e prevede di espandersi in 50 città entro la fine dell'anno.

Gli operatori avevano iniziato a fornire Internet mobile di quinta generazione in accesso limitato sin dall'inizio dell'anno e, da questo mese, hanno messo in funzione oltre 85mila stazioni per la trasmissione del segnale 5G. Secondo le stime fornite dalle autorità cinesi, nel 2020 il loro numero dovrebbe crescere fino a 130mila.

Per gli operatori, i quali affermano che anche prima dell'annuncio delle tariffe oltre 10 milioni di persone si erano registrate, la domanda di 5G in Cina è molto elevata e dovrebbe continuare a crescere nei mesi e negli anni a venire.

Un fattore di competitività del servizio 5G nel Paese comunistà sarà dato anche dai prezzi, decisamente più bassi rispetto a quelli negli altri stati. La tariffa base del 5G parte infatti dai 18 dollari al mese ed è disponibile per i possessori di smartphone di fabbricazione nazionale: Huawei, ZTE, Xiaomi e Oppo.

RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik