23:48 15 Novembre 2019
Bambina fa colazione

Ordina la colazione in un bar, ma sullo scontrino si ritrova degli insulti al figlio

CC0
Mondo
URL abbreviato
402
Seguici su

Una donna neozelandese si è ritrovata in una situazione piuttosto curiosa, dopo aver consumato la colazione al solito bar durante un giorno festivo.

Curiosa storia accaduta all'interno di un bar a Christchurch, in Nuova Zelanda, dove un cameriere ha fatto ritrovare una sorpresa piuttosto sgradita nel conto pagato da una donna, Kimberly, dopo che questa aveva consumato la prima colazione insieme a suo figlio e al marito.

Nello spazio soprastante a quello dove erano riportate le consumazioni, l'impiegato ha infatti inserito un commento assolutamente infraintendibile, definendo il figlio della donna "terribile".

Tale fatto è stato giudicato come intollerabile dalla donna, che ha postato l'immagine dello scontrino su Facebook, sottolineando la falsità di quanto sostenuto dal cameriere, dal momento che per il tempo da loro trascorso al bar, il bambino si era comportato in maniera impeccabile.

"Non ha dato fastidio, non ha pianto, non ha causato problemi ed altri camerieri che lavorano lì mi hanno detto quanto fosse dolce e carino, quindi perché questo attacco?"

Sotto al suo post la donna ha ricevuto numerose manifestazioni di sostegno da parte di altri utenti, che hanno definito "maleducato" il comportamento del cameriere, soprattutto perché Kim e la sua famiglia sono da tempo clienti abituali del locale.

Le scuse del ristorante

Qualche giorno dopo il caffè ha però deciso di fare marcia indietro, presentando le proprie scuse alla donna e rimborsandole l'intera consumazione.

"Abbiamo commesso un errore durante il fine settimana, offendendo una cliente e la sua famiglia che cercava di godersi un momento di normalità. Siamo incredibilmente dispiaciuti e desideriamo scusarci pubblicamente", hanno fatto sapere dal Cafè Supreme.

Kim ha accolto la notizia con estremo favore, ringraziando la direzione del caffè per la prontezza nell'ammettere la situazione e fargli avere le loro scuse.

RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik