03:02 18 Novembre 2019
Centrale nucleare di Bushehr, Iran

L'Iran ha dato il via all'arricchimento dell'uranio presso il sito di Fordo

© Sputnik . Andrey Reznichenko
Mondo
URL abbreviato
5200
Seguici su

Le autorità iraniane hanno fatto sapere di aver già dato il via al processo di arricchimento dell'uranio presto la struttura di Fordo.

Come annunciato nelle scorse ore, l'Iran ha avviato il processo di arricchimento dell'uranio utilizzando le centrifughe a gas presso la struttura nucleare di Fordo, nel nord-ovest del Paese, confermando ancora una volta la propria intenzione di non adempiere a parte degli impegni presi con la firma degli accordi di Vienna sul nucleare.

"Questo mercoledì abbiamo iniziato la trasmissione del gas all'interno delle centrifughe a Fordo alla presenza degli ispettori dell'Agenzia internazionale per l'energia atomica", si legge in una nota diffusa dall'agenzia di stampa iraniana ISNA.

Ieri il presidente iraniano Hassan Rouhani ha annunciato che la Repubblica Islamica avrebbe dato il via all'arricchimento dell'uranio, impiegando delle centrifughe modello IR-6, vietate dai trattati di Vienna.

Il leader di Teheran ha poi concesso due mesi di tempo ai firmatari degli accordi di Vienna sul nucleare del 2015 per implementare la loro parte di tali accordi prima che Teheran se ne tiri fuori in maniera definitiva.

La crisi dei trattati di Vienna

Nel 2015 a Vienna un sestetto di Paesi, composto da Stati Uniti, Gran Bretagna, Francia, Cina, Russia e Germania, oltre all'Iran, ha firmato un documento che che prevedeva, tra le altre clausole, il riorientamento della struttura di Fordo verso la produzione di isotopi stabili, escludendo dunque la possibilità di arricchire l'uranio in questo sito.

Teheran si è per la prima volta sottratta agli obblighi presi a Vienna l'8 maggio 2019, ad un anno esatto dall'abbandono degli accordi austriaci da parte degli Stati Uniti, al quale aveva anche fatto seguito l'introduzione da parte di Washington di severe sanzioni economiche nei confronti della Repubblica Islamica.

Nel corso dei mesi scorsi le autorità iraniane hanno man mano abbandonato le limitazioni imposte a Vienna sulla quantità di uranio arricchito utilizzabile dallo stato, affermando che l'Iran ne avrebbe prodotto tanto quanto ne sarebbe servito al Paese.

 

RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik