16:54 22 Novembre 2019
Serbian Prime Minister Aleksandar Vucic speaks during a press conference in Belgrade, Serbia, Thursday, April 27, 2017

S-400: in Serbia non ci sono soldi per acquistarli, dice presidente Vucic

© AP Photo / Darko Vojinovic
Mondo
URL abbreviato
180
Seguici su

Al momento la Serbia non dispone dei fondi necessari per l'acquisto di sistemi difensivi anti-aerei S-400. Ma la collaborazione nell'ambito della Difesa tra Mosca e Belgrado è destinata ad andare avanti.

Il capo dello stato serbo, Aleksandar Vucic, ha fatto sapere che al momento attuale la Serbia non dispone dei fondi necessari per l'acquisto di sistemi difensivi anti-aerei S-400 di produzione russa.

"Ho constatato che si tratta di un eccellente armamento. Ma al momento non abbiamo intenzione di acquistarne, poiché non disponiamo di abbastanza fondi per sostenerne i costi, dal momento che stiamo affrontando ingenti spese per la costruzione della nuova rete autostradale", ha dichiarato Vucic.

A titolo di esempio, il presidente serbo ha poi spiegato che la Turchia, uno dei Paesi che ha già acquisito delle forniture di S-400 da Mosca, possiede un'economia dieci volte più ricca rispetto al piccolo stato balcanico.

Vucic ha voluto tuttavia esprimere il suo pieno gradimento per gli S-400, definendoli delle armi tali che "quando le hai, nessuno vuole più attaccarti".

Nonostante l'attuale impossibilità nell'investire sugli S-400, il leader serbo ha sottolineato il fatto che Belgrado non possa più permettersi di "essere debole come negli anni Novanta, tanto da non riuscire neanche a difendersi".

"La Serbia è un Paese libero e vuole rimanere tale. Siamo un piccolo Paese e siamo circondati dalla NATO da ogni parte. (...) Abbiamo un'ottima aviazione, che è migliorata molto, e stiamo migliorando le difese anti-aeree comprando i Pantsir-S e compreremo anche altri sistemi di difesa che non sono sottoposti a sanzioni", ha aggiunto Vucic.

Il miglioramento delle capacità difensive serbe

Alla fine di ottobre la Serbia, nell'ambito di un programma per il miglioramento delle proprie capacità difensive, ha annunciato di aver acquistato un sistema missilistico di difesa aerea Pantsir-S dalla Russia.

Nei mesi scorsi, invece, Belgrado ha portato a termine altre transazioni con Mosca per sette elicotteri Mi-17 e Mi-35, come anche sei caccia MiG-29 e dieci blindati da trasporto BRDM-2MS.

RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik