Widgets Magazine
08:18 13 Novembre 2019
Riunione dei ministri degli Esteri dei paesi NATO a Washington

La Macedonia del Nord della NATO minerebbe la stabiità in Europa - Min. Esteri russo

© AFP 2019 / Mandel Ngan
Mondo
URL abbreviato
481
Seguici su

Fanno molto discutere le mire espansionistiche della NATO nei Balcani ed in Europa orientale. Il prossimo Paese ad entrare a far parte del blocco potrebbe essere la Macedonia del Nord.

Il ministero degli Esteri russi ha criticato i progetti espansionistici della NATO, affermando che una tale politica rischia seriamente di minare la stabilità europea portando ad ulteriori conflitti.

"La posizione della Russia circa l'espansione è ben nota. Si tratta di un processo intrinsecamente distruttivo che mina la fiducia e la stabilità in tutto il continente europeo, portando a contrasti sempre maggiori", ha dichiarato il responsabile del 4° Dipartimento europeo del Ministero degli Esteri russo Yuri Pilipson.

Le dichiarazioni del diplomatico russo sono da leggersi in relazione alla recente approvazione da parte del Senato americano di una mozione che prevede il supporto degli USA all'ingresso della Macedonia del Nord nella Nato nonché il supporto ad una più generale politica di ampliamento dell'Alleanza a diversi Paesi dell'area balcanica e dell'Europa orientale.

In una recente intervista, infatti, il segretario generale della NATO Jens Stoltenberg ha garantito che in futuro anche l'Ucraina, una volta approvate le necessarie riforme, farà il proprio ingresso nell'Alleanza Atlantica.

L'ingresso della Macedonia del Nord nella NATO

I tentativi di Skopje di entrare nella Nato vanno avanti da oltre una decade, ma la questione è stata diverse volte rimandata a causa di una disputa internazionale con la Grecia, attuale membro del blocco occidentale, sulla denominazione del Paese balcanico.

Dopo la sua elezione, il nuovo presidente della Macedonia del Nord Stevo Pendarovski ha affermato che entrare a far parte della NATO e dell'Unione Europea sono i suoi principali obiettivi.

 

 

 

RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik