Widgets Magazine
07:50 13 Novembre 2019
La Tour Eiffel

Clima, USA notificano all'ONU l'uscita dagli accordi di Parigi entro il 2020

© Foto: Pexels
Mondo
URL abbreviato
226
Seguici su

Come previsto dall'articolo 28 degli accordi sul clima di Parigi, ogni stato firmatario ha la possibilità di ritirarsi dai trattati entro il 4 novembre 2020, inviandone la notifica alle Nazioni Unite non più tardi di un anno prima.

Dopo l'annuncio, arrivato già nel 2017, da parte di Donald Trump, gli Stati Uniti d'America hanno ieri ufficialmente notificato alle Nazioni Unite la propria uscita dagli accordi sul clima di Parigi entro il 4 novembre 2020.

La notizia, già trapelata attraverso un funzionario del Dipartimento di Stato americano, è stata poi ripresa dal Segretario di Stato Mike Pompeo, il quale su Twitter ha confermato l'inizio del "processo formale per il ritiro dagli accordi di Parigi", sottolineando inoltre che Washington si ritiene orgogliosa del suo"primato nella riduzione delle emissioni (di gas serra ndr)".

​A Pompeo ha fatto eco la portavoce del Dipartimento di Stato, Mortan Ortagus, la quale, in una nota, ha precisato che a dispetto del ritiro dai trattati gli Stati Uniti "continueranno a supportare i propri partner nella diminuzione delle emissioni dei gas serra".

Ora Washington dovrà aspettare un anno per rendere effettiva la propria uscita dagli accordi, con la scadenza che occorrerà appena un giorno dopo le elezioni presidenziali, alle quali Trump è candidato per un secondo mandato.

Arrivano conferme dall'ONU

Le Nazioni Unite, attraverso il portavoce Farhan Haq, hanno reso noto di aver preso visione dei documenti inviati da Washington per la richiesta di ritiro formale dai trattati sul clima.

"Li abbiamo ricevuti, possiamo confermarlo", ha riposto Haq ai giornalisti che lo hanno intervistato sulla questione.

A Pechino Macron e Xi Jinping firmano l'irreversibilità degli accordi di Parigi

Poche ore dopo la notifica del ritiro dagli accordi da parte di Washington, quasi come a voler lanciare un segnale, dalla Cina arriva la notizia della firma sul documento congiunto sulla espressa "irreversibilità dei trattati sul clima da parte del presidente francese Emmanuel Macron e della sua controparte cinese Xi Jinping.

Gli accordi sul clima di Parigi

I trattati internazionali sul clima sono stati siglati a Parigi durante la Conferenza di Rio sui cambiamenti climatici, tenutasi tra il 30 novembre e il 12 dicembre 2015. 

Obiettivo della conferenza del 2015 era quello di raggiungere, per la prima volta in oltre 20 anni di negoziati delle Nazioni Unite, un accordo vincolante e universale sul clima, da parte di tutte le nazioni del mondo.

Tra i Paesi firmatari dei trattati ci sono, tra gli altri, gli stati dell'Unione Europea e la Russia, sebbene una clausola interna agli accordi preveda che essi non diventeranno vincolante per gli Stati membri fino a quando almeno 55 paesi che producono oltre il 55% dei gas serra non li avranno ratificati. 

RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik