Widgets Magazine
09:00 13 Novembre 2019

Sbarchi dei migranti in Italia. Lamorgese smentisce Salvini: nessuna invasione

© AP Photo / Olmo Calvo
Mondo
URL abbreviato
317
Seguici su

Sul tema degli sbarchi dei migranti il ministro dell'Interno Luciana Lamorgese smentisce Matteo Salvini con nuovi numeri e sottolinea come i rimpatri e la redistribuzione stiano funzionando.

Non c’è nessuna invasione di migranti spiega il ministro dell’Interno Luciana Lamorgese in risposta alle affermazioni di Matteo Salvini, secondo cui in Italia da settembre è ripartita l’invasione.

Il ministro spiega che nel 2019 gli sbarchi sono stati soltanto 9.600 a fronte dei 22mila sbarchi di clandestini nel 2018.

Per quanto riguarda i dati a cui Salvini fa riferimento, spiega il ministro Lamorgese, sono quelli riferiti al solo mese di settembre 2019 in cui “in effetti l’incremento numerico c’è stato, ma è riconducibile soprattutto all’aumento degli sbarchi autonomi, che non costituisce un fenomeno nuovo” spiega durante una intervista rilasciata al quotidiano La Repubblica.

In riferimento poi ai migranti approdati in Italia a bordo di piccole imbarcazioni, Lamorgese fa notare a Salvini che dall’inizio dell’anno le persone contabilizzate sono state 7.500 contro le 6mila del 2018, che segnano un aumento sì ma che era noto anche all’allora ministro dell’Interno Salvini perché la tendenza all’incremento è nota dal mese di aprile.

Il pre-accordo di Malta e i rimpatri

Il ministro fa notare anche che dell’ultimo sbarco dalla Ocean Viking, il 72% dei migranti è stato accolto da Francia e Germania in attuazione del pre-accordo di Malta.

Per quanto riguarda poi i rimpatri il Viminale è al lavoro per intensificarli, e il ministro spiega che “a ottobre sono sbarcati sul territorio italiano 379 tunisini” e di questi 243 sono stati rimpatriati, inoltre di questi 138 erano “sbarcati nello stesso mese”, evidenziando come “la percentuale dei rimpatri rispetto agli sbarcati è di oltre il 60%”.

Il memorandum con la Libia

Il governo lavora alla modifica dei “contenuti” del memorandum con la Libia sui migranti spiega il ministro Lamorgese. Il titolare del Viminale si limita a dire che “occorre sostenere i rimpatri volontari assistiti, quelli organizzati dall’Unhcr e dall’Oim, che hanno già consentito il rientro in patria di 25mila migranti e vanno svuotati i centri attraverso i corridoi umanitari europei.”

Il ministro chiede un maggiore coinvolgimento delle Nazioni Unite.

Correlati:

Frontex. Sbarchi di migranti in Italia aumentati 16% a settembre
Migranti, nuovo sbarco fantasma a Lampedusa
Migranti, oggi altre 50 persone sbarcate in Salento
Migranti sbarcati a Pozzallo, Lampedusa al collasso non può ospitarli
Tags:
Accoglienza dei migranti, espulsione migranti, Crisi dei migranti, Flusso migranti, Matteo Salvini
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik