16:55 22 Novembre 2019
Kim Kardashian al Complesso Commemorativo del genocidio armeno Tsitsernakaberd, Yerevan

Kim Kardashian celebra riconoscimento genocidio armeno

© Sputnik . Str
Mondo
URL abbreviato
260
Seguici su

La star di un reality show americano e imprenditrice californiana di origine armena Kim Kardashian ha pubblicato su Instagram le nuove foto di un recente viaggio in Armenia per celebrare il riconoscimento da parte del Congresso degli Stati Uniti del genocidio armeno.

Il 29 ottobre la Camera dei Rappresentanti degli Stati Uniti ha votato a favore del riconoscimento del genocidio armeno. Risoluzioni analoghe sono state introdotte per anni, ma non hanno mai ottenuto i voti necessari.

"Ieri c'è stata una vittoria così grande per il popolo armeno quando il Congresso americano ha riconosciuto il genocidio del popolo armeno! Questa foto è stata scattata questo mese in Armenia", ha scritto Kim su Instagram.

Kim ha successivamente pubblicato una serie di scatti con sua sorella maggiore Kourtney e i suoi figli. Le donne indossavano rigorosi abiti neri e gioielli tradizionali del Paese caucasico.

Посмотреть эту публикацию в Instagram

Sister Act in Armenia

Публикация от Kim Kardashian West (@kimkardashian)

Le sorelle Kardashian sono state in Armenia all'inizio di ottobre.

Persecuzioni degli armeni nell'Impero Ottomano

Tra la fine del XIX e l'inizio del XX secolo, l'Impero Ottomano intraprese una persecuzione sistematica degli armeni. In particolare nel 1915, secondo diversi storici, furono uccisi oltre 1 milione e mezzo di armeni. Il fatto del genocidio del popolo armeno nell'Impero Ottomano è stato riconosciuto da trentina dei paesi, così come dal Parlamento europeo e dal Consiglio mondiale delle chiese. Nel aprile anche l'Italia ha approvato la risoluzione per il “Riconoscimento del genocidio del Popolo Armeno”.

La difesa della Turchia

La Turchia respinge da sempre le accuse sul genocidio armeno ed è estremamente sensibile alle critiche sul tema. Ankara insiste sul rifiuto del termine "genocidio" in relazione agli eventi del 1915, affermando che sia gli armeni che i turchi morirono nelle repressioni dell'Impero Ottomano decadente. La Turchia chiede inoltre la creazione di una commissione internazionale di storici per studiare i documenti archivistici disponibili nel paese per elaborare un approccio oggettivo sugli eventi della Prima Guerra Mondiale.

Tags:
Società, Genocidio, Armenia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik