12:33 21 Novembre 2019
Greta Thunberg

Greta Thumberg rifiuta il Premio per l'Ambiente: il movimento va ascoltato, non premiato

© REUTERS / ANDREJ IVANOV
Mondo
URL abbreviato
314
Seguici su

La sedicenne svedese diventata icona del movimento ambientalista rifiuta il riconoscimento assegnatole dal Nordic Council: "Non abbiamo bisogno di parole e di premi, ma di fatti e azione politiche a favore del clima".

Greta non ha più bisogno di premi. A soli sedici anni ha collezionato una serie di riconoscimenti internazionali, tanto che un arcivescovo svedese l'ha paragonata a un profeta biblico. Ma adesso la piccola attivista svedese sembra decisa a passare dalle parole ai fatti, anche attraverso il rifiuto delle cospicue somme derivanti dai premi.

Ha infatti rifiutato un autorevole premio riconosciutole dal Consiglio Nordico, un organismo di cooperazione interparlamentare di Svezia e Norvegia.  Il movimento per il clima non ha più bisogno di premi, ha dichiarato, chiedendo ai governi misure concrete e di "ascoltare la scienza". Così l'attivista sedicenne ha declinato il premio di $ 52000.

La spiegazione l'ha data in un post di Instagram: 

"Al momento sto viaggiando per la California, quindi non potrò essere presente oggi. Voglio ringraziare il Consiglio Nordico per questo premio. E' un grande onore. Ma il movimento per il clima non ha più bisogno di premi. Ciò di cui abbiamo bisogno è che i nostri politici e chi è al potere dia ascolto alla scenza". 

Allo stesso tempo punta il dito contro l'inadeguatezza dei governi, nell'affrontare la questione climatica: 

“Non mancano gli elogi. Non mancano belle parole. Ma quando si tratta delle nostre emissioni effettive e della nostra impronta ecologiche pro capite - se includiamo il nostro consumo, le nostre importazioni, nonché il trasporto aereo e il trasporto marittimo - allora è tutta un'altra storia ", lamenta Greta. 

Le nazioni più ricche devono dare l'esempio e aprire la strada per il rispetto dell'ambiente e la riduzione delle emissioni da anidride carbonica, sottolinea la Thumberg:"Noi viviamo nei Paesi che possono fare di più. Eppure i nostri Paesi continuano a non fare praticamente nulla". 

I follower hanno acclamato la sua decisione, elogiandone la determinazione e l'umiltà, anche se qualcuno ha sottolineato che avrebbe dovuto accettare il premio, compreso l'assegno, per il bene del movimento Friday for Future. 

Tags:
Ambiente, Ecologia, Norvegia, Svezia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik