Widgets Magazine
13:46 13 Novembre 2019
Lancio del missile Bulava

Il ‘Principe Vladimir’ lancia un missile Bulava dalle profondità del mare - Video

© Sputnik . The Ministry of Defence of the Russian Federation
Mondo
URL abbreviato
4290
Seguici su

Il Ministero della Difesa della Federazione russa ha pubblicato il video del lancio di un missile balistico Bulava dal sottomarino strategico ‘Principe Vladimir’.

Emerge dalle profondità e si accende il lampo del propulsore, poi il razzo inizia il suo volo e si perde nella stratosfera.

Missili Bulava sono stati lanciati da una posizione sottomarina nel Mar Bianco per andare a colpire i bersagli assegnati nel campo di addestramento di Kura in Kamchatka, a quasi 6 mila chilometri di distanza.

Come sottolineato dal Ministero della Difesa, il volo del razzo è stato regolare ed i sistemi di controllo hanno registrato la caduta dei proiettili di addestramento sui bersagli assegnati.

Secondo il programma statale sugli armamenti, nell'interesse della Marina russa, si prevede di costruire otto sottomarini della classe Borey come lo ‘Yuri Dolgoruky’, l‘Alexander Nevsky’, il ‘Vladimir Monomakh’ già in servizio, e il più recente ‘Principe Vladimir’, appunto in fase di sperimentazione.

ll bimestrale di affari internazionali americano ‘National Interest’, in un articolo dell’esperto di geopolitica e affari militari Sébastien Roblin, aveva definito questa classe di sottomarini come una sorta di ‘arma del giudizio’.

Questi sottomarini possono infatti lanciare fino a 12 missili balistici intercontinentali di tipo Bulava, i quali, a loro volta, possono portare fino a 6 testate nucleari ognuno, progettate per dividersi durante la ricaduta e andare a colpire differenti obiettivi.

Si tratta di un’arma dal punto di vista psicologico devastante e dal grandissimo potenziale deterrente dal momento che scoraggia qualsiasi ipotesi di attacco – anche in caso di successo sulla terra ferma, basterebbe anche uno solo di questi sottomarini per infliggere una devastante vendetta nei confronti dell’avversario sferrando un imprevedibile attacco dalle profondità del mare.
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik