20:25 07 Dicembre 2019
Soldato turco su un carro armato in Siria

Nuova offensiva nel nord della Siria non è necessaria, sostiene l'ambasciatore turco in Russia

© AFP 2019 / Bulent Kilic
Mondo
URL abbreviato
140
Seguici su

L'ambasciatore turco nella Federazione Russa, in un'intervista a Sputnik, ha confermato che al momento una nuova offensiva nella Siria settentrionale non è ritenuta necessaria.

Intervistato ai microfoni di Sputnik l'ambasciatore turco nella Federazione Russa Mehmet Samsar è intervenuto circa le possibilità che la Turchia possa riprendere l'offensiva in Siria, spiegando che questa evenienza è al momento da scartare.

"Voglio dire che il ministro della Difesa ha già annunciato il 23 ottobre che non c'è nessun bisogno di lanciare una nuova offensiva nell'area in cui è stata condotta l'operazione "Fonte di Pace". Tali dichiarazioni sono state rilasciate dopo che è stato raggiunto un accordo con la Russia. Attualmente è difficile prevedere le modalità delle pattuglie che saranno effettuate nella zona; sarà tutto deciso con delle ngoziazioni tra i nostri Paesi. Lo sapremo nei prossimi giorni", ha spiegato Samsar.

L'operazione "Fonte di Pace" e gli accordi con la Russia

Il 17 ottobre gli Stati Uniti e la Turchia hanno concordato di sospendere l'operazione militare "Fonte di Pace", lanciata il 9 ottobre scorso, per 120 ore e di ritirare le forze curde dalla zona cuscinetto di 30 km al confine turco-siriano, che Ankara intende controllare in modo indipendente.

Il 22 ottobre a Sochi si è tenuto l’atteso incontro tra il presidente russo Vladimir Putin e il presidente turco Recep Tayyip Erdogan, che di fatto ha dato il via ad una collaborazione militare russo-turca per il pattugliamento della zona sicura. Tutte le forze curde ancora presenti nella zona sicura hanno completato il ritiro e il controllo della nuova frontiera ricadrà sotto la responsabilità delle forze militari russe, in conformità all’accordo di Adana del 1998.

Nei giorni scorsi il ministero della Difesa di Ankara ha confermato che al momento non sussiste la necessità di lanciare una nuova offensiva nel territorio della Siria settentrionale.

RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik