02:28 20 Novembre 2019
Casablanca

Marocco, bloccata cellula terroristica fedele ad Al Baghdadi che preparava attentati a Casablanca

CC BY 2.0 / Anthony Tong Lee
Mondo
URL abbreviato
221
Seguici su

Le forze di sicurezza del Marocco hanno arrestato i membri di una cellula che ha giurato fedeltà al gruppo terroristico Isis e che pianificava attacchi terroristici nel Paese.

L’Ufficio centrale di indagine giudiziaria (Bureau central d'investigation judiciaire, BCIJ) del Marocco, impegnato nel contrasto di cellule terroristiche, contrabbando di armi, sequestro di persone e criminalità organizzata, ha sventato una serie di attentati in varie regioni del Paese. Nel mirino delle forze di sicurezza marocchine sono finiti i membri di una cellula terroristica che ha giurato fedeltà allo Stato islamico. Dopo questo successo il BCIJ ha organizzato una conferenza stampa a Salé, vicino alla capitale Rabat, in cui il capo del dipartimento Abdelhak El Khayam ha raccontato i dettagli dell’operazione.

“Una cellula terroristica che operava in varie zone del Marocco, principalmente a Casablanca e Ouazzane, è stata neutralizzata”, ha dichiarato El Khayam.

Il direttore del BCIJ ha aggiunto che quest'anno nel Paese in totale sono state neutralizzate 13 cellule terroristiche, sottolineando che "tutti gli interventi hanno avuto luogo in tempo". In particolare, la cellula arrestata la settimana scorsa era in procinto di attaccare alcune infrastrutture importanti di Casablanca.

“Questa cellula ha giurato fedeltà al leader del gruppo terroristico Abu Bakr al-Baghdadi”, ha affermato El Khayam.

A quanto si apprende dalle dichiarazioni del direttore del BCIJ, il leader della cellula aveva cercato di unirsi alle unità dell’Isis nelle zone del Sahel e del Sahara nel 2016.

“Il gruppo terroristico aveva chiesto che lui (il leader della cellula, ndr) colpisse dei luoghi in Marocco in coordinamento con un cittadino siriano, ancora ricercato, ed anche con altri individui”, ha detto El Khayam, aggiungendo che l’età delle sette persone arrestate varia tra 19 e 27 anni.

Risorse per gli attacchi

Tra il materiale sequestrato nell'indagine ci sono armi da fuoco (fucili e pistole) e armi bianche (coltelli, daghe, asce), munizioni per le armi, computer, stazioni radio portatili, telefoni, tute, binocoli, torce elettriche, manette, bussole, bandiere dell’Isis, mazzette di banconote, più una moto ed un piccolo gommone. Come hanno spiegato i rappresentanti dell'agenzia antiterroristica, i membri delle cellule preparavano i loro attacchi in maniera precisa e accurata.

Tags:
Terrorismo, ISIS, Marocco
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik