03:14 18 Novembre 2019

Scontri tra turchi e curdi a Oslo, la polizia costretta ad intervenire con lacrimogeni

© AFP 2019 / Odd Andersen
Mondo
URL abbreviato
213
Seguici su

La prefettura della capitale norvegese aveva autorizzato due manifestazioni, una dei cittadini di origine curda e l'altra di quelli di origine turca, a poche ore l'una dall'altra.

Le dimostrazioni pro e anti turche che hanno avuto luogo sabato nella capitale norvegese di Oslo, legate agli eventi siriani di queste ultime settimane, sono degenerate in scontri di massa, durante i quali cittadini di etnia curda e turca si sono affrontati molto duramente.

La polizia norvegese è stata costretta ad intervenire per riprendere sotto controllo la situazione, arrivando persino ad utilizzare dei gas lacrimogeni per sedare alcuni gruppi particolarmente animosi di manifestanti.

A causa degli scontri un negozio situato nel centro di Oslo è stato completamente distrutto, mentre altri danni sono stati riportati da autobus e vetture che in quel momento stavano transitando per la zona.

Le forze dell'ordine hanno fatto scattare le manette per sette persone che però sono state immediatamente rilasciate. Due persone sono invece rimaste ferite, ma non in maniera grave e sono state soccorse sul posto dalle ambulanze accorse per l'occasione.

"Le manifestazioni si sono trasformate in una rissa che ha coinvolto alcune persone", ha dichiarato il capo della polizia di Oslo Gjermund Stokkli all'emittente nazionale NRK.

Secondo un testimone oculare, ad accendere la miccia sarebbero stati alcuni giovani turchi:

"Ho visto un gruppo di manifestanti turchi che si stavano dirigendo verso l'ambasciata turca e poi un gruppo di giovani turchi con la bandiera della Turchia ha cominciato ad attaccare delle famiglie curde e i loro bambini. I genitori sono stati provocati e hanno dovuto difendersi, ma i turchi hanno continuato ad attaccarli. Si è scatenata una rissa. Ero in macchina e ho visto tutto ciò".

Sui social sono stati pubblicati alcuni video degli scontri che hanno avuto luogo sabato a Oslo.

L'operazione Fonte di Pace

Il 9 ottobre la Turchia ha avviato l'operazione Fonte di Pace nel nordest della Siria con l'obiettivo di creare una zona di sicurezza affinchè sussistano le condizioni per il rientro dei rifugiati siriani in Patria. Le forze turche nel corso dell’operazione si sono scontrate anche con i gruppi curdi Ypg e Pkk, considerati da Ankara organizzazioni terroristiche, e con i militanti dell’Isis.

RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik