Widgets Magazine
07:49 13 Novembre 2019
Gerusalemme est

Troppi morti, troppe poche tombe: gigantesca necropoli sotterranea in costruzione a Gerusalemme

© flickr.com/ Chad Rosenthal
Mondo
URL abbreviato
106
Seguici su

Gerusalemme negli ultimi anni sta facendo fronte ad una sempre più insistente mancanza di posto in cui seppellire i morti, soprattutto a causa di una crescita della popolazione senza precedenti.

Per risolvere i problemi legati alla mancanza di posti nei cimiteri è stata costruita una gigantesca necropoli sotterranea che, secondo le stime, potrà ospitare fino a 20.000 corpi.

A riportarlo è il quotidiano locale The Times of Israel, il quale precisa che l'entrata alla nuova struttura sarà ricavata nella roccia di una montagna situata nei pressi del cimitero Har Hamenuchot.

La grande opera è stata progettata da un'azienda ingegneristica locale in collaborazione con la più grande compagnia di pompe funebri della città riprendendo delle pratiche antichissime utilizzate più di duemila anni fa.

Durante l'epoca definita del Secondo tempio, iniziata nel 597 a.C. con l'esilio babilonese, e durata fino alla distruzione del Secondo Tempio da parte dei romani, nel 70 d.C., era infatti pratica diffusa quella di seppellire i morti all'interno di caverne e, in seguito, di risseppellirne le ossa in delle nichie ricavate in dei tunnel scavati nella roccia.

Il progetto

Rolzur Tunneling e Chevra Kadisha Kehilat Yerushalayim, le due aziende partner coinvolte nel progetto, hanno nuovamente intenzione di ricavare delle cripte in tunnel sotterranei, e si auspicano di riuscire ad aprire la prima sezione del complesso sotterraneo in tempi abbastanza brevi.

Il complesso funerario si stima avrà un costo di circa 77 milioni di dollari e sarà formato da numerosi tunnel collegati tra loro e situati al di sotto del cimitero di Har Hamenuchot.

I visitatori avranno la possibilità di spostarsi tramite degli ascensori e ogni tunnel sarà dotato di un sistema di aria condizionata che permetterà di respirare senza problemi ad una profondità che potrà arrivare fino ai 50 metri di profondità.

I lavori alla necropoli sotterranea, a Gerusalemme
YouTube/Sputnik
I lavori alla necropoli sotterranea, a Gerusalemme

La crescita della popolazione di Gerusalemme

A causare la 'crisi funeraria' nella città è stato in grande misura l'aumento della popolazione e della densità abitativa in città.

Nel cimitero di Har Hamenuchot, situato nella zona occidentale di Gerusalemme, i morti già oggi vengono seppelliti in strutture a più piani. 

Esse risultano però essere molto costose ed occupano moltissimo spazio, non riuscendo di fatto a risolvere i problemi legati alla mancanza di posto per le sepolture.

RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik