17:30 22 Novembre 2019
US Convoy in Syria

Truppe USA rientrate in Siria dopo essere state mandate via dall'Iraq

© Ruptly
Mondo
URL abbreviato
9031
Seguici su

Nelle ultime un convoglio americano ha varcato i confini siriani, ad al-Walid, in provenienza dall'Iraq, dove non hanno ricevuto il permesso per restare dal governo di Baghdad.

I reparti di Washington sarebbero diretti verso i siti petroliferi di Deir ez-Zor e, come riportato da fonti del Pentagono citate dall'emittente NBC News, avranno il compito di proteggere gli impianti di estrazione del greggio ed impedire che possano cadere nelle mani dell'ISIS.

Non è ancora chiaro quale possa essere la durata delle operazioni nelle quali saranno coinvolti i militari statunitensi, con il Pentagono che ha fatto sapere di non voler "discutere dettagli" per "motivi di sicurezza".

Secondo le informazioni riportate dai media americani, il convoglio sarebbe composto da 18 veicoli supportati da due elicotteri d'attacco Hapache e il suo spostamento è stato ripreso da diverse emittenti, tra cui Press TV.

​Il passaggio della colonna per le stradi di Qamishli, città della Siria nordorientale dove in queste stesse ore si sono stabilite forze militari russe supportate dalla polizia militare del governo di Damasco, è stata ripresa dalla reporter freelance italiana Benedetta Argentieri.

​Il ritiro delle truppe americane dalla Siria nordorientale

La scorsa settimana i vertici militari americani, dopo aver ricevuto l'approvazione di Donald Trump, hanno impartito l'ordine di ritiro per i circa 1000 soldati statunitensi dislocati nella base nei pressi di Kobane, in Siria, e il loro conseguente trasferimento nell'Iraq occidentale.

Tale decisione è stata consideratata un atto di tradimento nei confronti dell'alleato curdo da parte di Washington, che in passato aveva supportato gli Stati Uniti nella lotta allo Stato Islamico in Siria ed Iraq.

Venerdì il Pentagono, dopo che le truppe si erano viste rifiutare il permesso per restare in Iraq dal governo di Baghdad, ha annunciato l'intenzione di voler "rafforzare la propria posizione in coordinamento con gli alleati delle Forze Democratiche Siriane (Sdf) nel nord-est della Siria con forze e mezzi militari aggiuntivi".

Secondo le informazioni fornite dal Wall Street Journal, Washington avrebbe mobilitato un ulteriore contingente di circa 500 uomini da inviare in Siria.

RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik