16:28 22 Novembre 2019
 Tu-160

Bombardiere supersonico Tu-160 scortato da due caccia sudafricani - Video

© flickr.com / Rob Schleiffert
Mondo
URL abbreviato
2290
Seguici su

Un bombardiere strategico supersonico Tupolev Tu-160, nome in codice NATO ‘Blackjack’, è stato ripreso in fase di atterraggio all’aeroporto di Waterclof. Ma che ci faceva in Sudafrica?

Il Tupolev Tu-160, chiamato dai russi con il tenero nomignolo di ‘Cigno Bianco’ e dalla NATO con il meno tenero termine di Blackjack, è un bombardiere strategico supersonico quadrimotore la cui apertura alare, a geometria variabile, può superare i 55 metri. Concepito ai tempi sovietici per poter portare un attacco nucleare è il velivolo da combattimento più pesante mai costruito.

Un video pubblicato su YouTube lo immortala in fase di atterraggio all’aeroporto di Waterclof, in Sudafrica, scortato da due caccia dell’aeronautica sudafricana.

Ma che ci faceva un bombardiere strategico russo in Sudafrica? Si sono chiesti stupiti sul social.

Semplice, in realtà i bombardieri arrivati in Sudafrica direttamente dalla Russia sono ben due e fanno parte di un accordo tra i due Paesi volto a sviluppare la cooperazione bilaterale in termini di difesa e reciproca interazione.  

E’ stato lo stesso Ministero della Difesa russo a svelare che un intero gruppo aereo comprendente, oltre ai due Tu-160, anche velivoli dell'aviazione da trasporto militare Il-62 e An-124 Ruslan, è arrivato dalla Russia in Sudafrica con volo diretto passando per Mar Caspio, Golfo Persico e Oceano Indiano percorrendo oltre 11 mila chilometri senza scalo.

Questa non è la prima visita straniera di aerei russi a lungo raggio. Nel dicembre dell'anno scorso, due Tu-160, un An-124 e un Il-62 avevano visitato il Venezuela su invito del Presidente Maduro.

RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik