Widgets Magazine
05:03 12 Novembre 2019
Social media

Perdita dati personali di utenti su Instagram, Facebook avvia indagine

© East News / Isopix
Mondo
URL abbreviato
0 05
Seguici su

Facebook ha avviato un'indagine sulla perdita dei dati personali degli utenti su Instagram, social network di proprietà della società di Mark Zuckerberg.

Lo ha segnalato a Sputnik l'ufficio stampa di Facebook.

Lunedì il quotidiano russo Izvestia, riferendosi ai dati della società di sicurezza informatica DeviceLock, ha scritto che su Instagram si è verificata una grande perdita di informazioni personali di livello internazionale. I truffatori hanno messo in vendita per 2,8 bitcoin, equivalenti a circa 22mila dollari americani, un database con i dati di 20 milioni di account, di cui 20mila registrazioni di dominio pubblico. Tra le informazioni in vendita: nickname degli utenti, descrizioni dei profili, e-mail e numeri dei cellulari.

"La settimana scorsa abbiamo avviato un'indagine su questo database. In questa fase riteniamo che l'accesso alle informazioni personali non sia stato ottenuto", ha dichiarato la portavoce di Facebook Stephanie Otway, il cui intervento è stato riportato dall'ufficio stampa.

Ha sottolineato che "il metodo di scraping (raccolta dati - ndr), che è stato utilizzato per raccogliere dati, è impossibile da attuare dopo le novità apportate all'inizio di quest'anno".

Secondo la Otway, Facebook continuerà le attività per rilevare e interrompere lo scraping delle proprie risorse per garantire la sicurezza delle informazioni.

Roskomnadzor, l'authority russa per le telecomunicazioni, nella giornata di ieri ha fatto sapere a Sputnik che non ha ricevuto lamentele da parte degli utenti russi di Instagram in relazione alla perdita dei dati personali. Allo stesso tempo l'authority ha affermato di tenere sotto controllo la situazione e, se necessario, di essere pronta ad intervenire.

Tags:
Internet, Privacy, Social Network, Instagram, Facebook
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik