Widgets Magazine
03:59 12 Novembre 2019
Esercito USA

Le truppe USA trasferite in Iraq non hanno ottenuto il permesso di restare

© AP Photo / Czarek Sokolowski, File
Mondo
URL abbreviato
385
Seguici su

Le truppe americane che in questi giorni hanno lasciato la Siria per trasferirsi in una base nell'Iraq occidentale non avrebbero ricevuto il permesso per restarci dall'esercito iracheno.

Alcuni giorni fa il segretario alla Difesa americano Mark Esper ha reso noto che gli USA avrebbero trasferito circa un migliaio di uomini da una base  nei pressi della città siriana di Kobane in un'altra struttura dell'Iraq occidentale.

Secondo le ultime informazioni, le truppe di Washington avrebbero sì ricevuto il permesso di transitare per il Paese, tuttavia non sarebbero stati loro garantiti i documenti necessari per restare nel territorio iracheno.

"Tutte le forze americane che si sono ritirate dalla Siria hanno ricevuto l'approvazione ad entrare nella regione del Kurdistan iracheno (...) tuttavia non è stato loro concesso alcun permesso per restare in Iraq", si legge nella nota del ministero della Difesa di Baghdad.

Il ritiro delle truppe americane dalla Siria

Nei giorni scorsi il Pentagono, con l'approvazione di Donald Trump, ha ordinato il ritiro di circa 1000 soldati statunitensi da una base militare situata nei pressi della città siriana di Kobane e il loro conseguente trasferimento nell'Iraq occidentale.

La decisione è stata presa per evitare che i soldati di Washington si trovassero tra l'incudine e il martello dell'esercito turco e delle milizie curde.

Tale azione è stata condannata da molti osservatori americani ed internazionali, che in ciò hanno visto un atto di tradimento nei confronti dei curdi, i quali in passato si erano fatti carico di condurre la lotta allo Stato Islamico in passato.

Ieri lo stesso Donald Trump si era detto favorevole a lasciare circa 200 uomini dei reparti speciali nella Siria orientale.

RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik