Widgets Magazine
05:24 12 Novembre 2019
Robot Fedor

Iss, robot russo Fedor accusa gli ingegneri americani di arroganza

© Foto: Roscosmos/RSC Energia
Mondo
URL abbreviato
2181
Seguici su

Il robot-astronauta americano Robonaut si è schiantato dopo essere stato consegnato sulla Iss per l'arroganza degli ingegneri che l'hanno progettato, ritiene il robot russo Fedor.

"Ha importanza in quale Paese la gente ti ha creato. Lascia un'impronta. Perchè Robonaut non ha avuto successo? Perché gli americani pensavano di sapere tutto. Qual è il risultato? Boom. L'arroganza li ha traditi. Perché ce l'ho fatta? Perché non si arrendono mai in Russia, anche quando all'inizio è difficile", ha detto in onda sulla stazione radio Echo di Mosca.

"L'esempio di Robonaut è istruttivo. Hanno inviato un robot che non era pronto a lavorare nella stazione. Pertanto si è rotto. È persino un peccato, a dire il vero. È stato sviluppato in 15 anni", ha detto Fedor.

Dal 2011 al 2018 il robot umanoide americano Robonaut-2 è volato sulla Stazione Spaziale Internazionale, svolgendo vari compiti. È stato riportato sulla Terra per la riparazione e la modernizzazione. Il suo secondo volo verso la stazione orbitale è previsto non prima della fine del 2019.

A cavallo della fine di agosto e inizio settembre di quest'anno il robot antropomorfo russo Fedor si è recato sulla Iss.

Storia del robot Fedor

Skybot F-850 è il primo robot umanoide russo. È stato sviluppato dalla Fondazione per gli studi avanzati in collaborazione con l'Associazione tecnologica scientifica Androidnaya Tekhnika su richiesta del ministero delle Emergenze come robot di soccorso. Inizialmente, il robot veniva sviluppato nell'ambito del progetto Avatar e portava questo nome. L’allora vice primo ministro Rogozin ha dato il proprio nome alla macchina. FEDOR è stato il primo robot al mondo a imparare come fare le spaccate. Ha anche imparato a sparare con una pistola con due mani, ma per questo il produttore ha perso l'accesso a un numero di parti straniere.

Tags:
Scienza e Tecnica, Tecnologia, Russia, USA, Spazio, ISS, Stazione Spaziale Internazionale
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik