Widgets Magazine
04:31 12 Novembre 2019
Fuoco al confine turco siriano tra Nusaybin e Qamishli

Fuoco al confine turco-siriano, morti da entrambe le parti - Foto

© Sputnik . Sertaç Kayar
Mondo
URL abbreviato
4119
Seguici su

Fuoco incrociato al confine turco-siriano, tra le città turca di Nusaybin e quella siriana di Qamishli. Un'ordigno è esploso davanti ad un ristorante nella città curda di Qamishli, nel nord-est della Siria, facendo due vittime. Ma ci sono feriti anche nella città turca.

Almeno tre persone sono rimaste uccise e altre nove ferite nell'esplosione di una vettura parcheggiata di fronte a un ristorante della città siriana di Qamishli, popolata principalmente da curdi. In precedenza fonti mediche avevano riportato a Sputnik il bilancio di un morto e cinque feriti.

Senza specificare il numero di vittime, Ilias El-Mor, segretario generale dell'Unione dei cristiani d'Oriente, ha riferito a Sputnik che la polizia ha isolato il luogo dell'esplosione. Lo stesso El-Mor ha precisato che la città era stata bombardata da giovedì dall'esercito turco e che gli ordigni avevano colpito i quartieri in cui risiede la popolazione cristiana.

Secondo l'agenzia siriana Sana, l'autobomba è esplosa nella via Munir Habib, di fronte al ristorante Al-Omari.

Secondo quanto riportato dal corrispondente di Sputnik sul posto, da alcune ore è in corso un scontro armato fra le truppe turche nella vicina città di confine di Nisibis e le postazioni curde a Qamishli: l'esplosione potrebbe essere stata causata da un ordigno di artiglieria infrantosi vicino all'auto. Parallelamente, nel centro della città turca di Nisibis (Nusaybin) sono caduti dei proiettili di grosso calibro, che hanno provocato il ferimento di alcune persone e l'uccisione di due civili. 
© Sputnik . Hikmet Durgun
Una strada di Nusaybin finita sotto il fuoco curdo

l'operazione turca in Siria

Il presidente turco Tayyip Erdogan ha annunciato mercoledì l'avvio dell'operazione militare "Fonte di Pace" in Siria contro il Partito dei Lavoratori del Kurdistan (Pkk) e il gruppo terroristico dello Stato Islamico (Isis, noto anche come Daesh - ndr).

Inoltre il ministero della Difesa ha comunicato ieri sera che è stata avviata l'offensiva terrestre nell'ambito dell'operazione in Siria.

Erdogan minaccia di inondare di profughi l'Europa

Il presidente turco ha fatto sapere all'Unione Europea che se riterrà l'operazione militare in Siria un'occupazione della Turchia, allora aprirà i confini per permettere ai profughi siriani di raggiungere l'Europa.

Ha duramente attaccato quelli che "non hanno mai visto" le forze curde di autodifesa e quelli che "dicono ad Ankara di farsi da parte".

Tags:
Turchia, Siria
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik