Widgets Magazine
08:25 13 Novembre 2019
Uragano

Il Giappone si prepara ad affrontare Hagibis, il tifone più forte degli ultimi 60 anni

CC0
Mondo
URL abbreviato
131
Seguici su

Il tifone Hagibis si sta avvicinando a grande velocità alle coste del Giappone e, mentre sale l'emergenza, la popolazione sta correndo ai ripari per prepararsi all'uragano.

Gli abitanti dell'isola di Honshū, la più grande del Giappone, si stanno preparando a ricevere il tifone Hagibis, che si sta avvicinando alla velocità di 25 km/h.

Si tratta del più poderoso uragano dal 1958, quando a causa di un altro potente fenomeno metereologico persero la vita oltre 1200 persone. I meteorologi sono convinti che le precipitazioni raggiungeranno dei livelli record, mentre il primo ministro Shinzo Abe ha dato disposizione di attivare le misure di emergenza e la Toyota ha imposto la chiusura di ben tre fabbriche.

Tutti hanno già cominciato a fare scorte di acqua potabile e cibo precotto per fare fronte all'emergenza e di scotch, per tentare di rinforzare come possibile porte e finestre delle case. 

"Bisogna fornire nel più breve tempo possibile le informazioni necessarie alla popolazione e coordinarsi in maniera tempestiva con le amministrazioni locali, ha fatto sapere il premier Abe a margine di un incontro con i governatori delle provincie che saranno interessate da Hagibis.

Il Giappone si sta già preparando

Nelle zone in cui si prevede che il tifone scatenerà la sua potenza sono già state predisposte delle immense pompe per l'aspirazione dell'acqua, postazioni mobili di illuminazione, bulldozer altri macchinari necessari in caso di inondazioni e frane. Alla televisione e alla radio sono già stati diffusi numerosi appelli alla popolazione, che è stata invitata a non uscire di casa e a fare scorta di genere di prima necessità.

Come riportato dal corrispondente di "Sputnik" a Tokyo, le autorità locali sono riuscite a rifornire per tempo i negozi con pasta a cottura rapida e acqua, mentre gli scaffali con gli alimenti precotti sembrano scarseggiare.

In uno dei supermercati della popolare catena FamilyMart, uno dei commessi ha raccontato che a causa di Hagibis i prodotti vengono acquistati molto più velocemente rispetto a quanti ne vengano distribuiti nei negozi.

Secondo la sua testimonianza, il pane una volta portato in negozio va letteralmente a ruba, finendo in meno di due ore in media, sebbene non si osservino file particolarmente lunghe all'ingresso dei negozi. Particolarmente popolari sono poi gli snack, il prosciutto e i panini, con i clienti che spesso e volentieri si avvicinano per domandare quando sarà disponibile questo o quel prodotto.
Посмотреть эту публикацию в Instagram

Hagibis = cup noodle Saturday #hagibis

Публикация от Joseph McEvoy (@jose_mcevoy)

Gli abitanti di Tokyo, tuttavia, non si preoccupano unicamente del mangiare ma, in primo luogo, della propria sicurezza. Dagli scaffali dei negozi in pochi giorni sono letteralmente scomparse le forniture di scotch e di nastro isolante, che saranno poi utilizzati per rinforzare le porte e le finestre per proteggerle dalle fortissime raffiche di vento previste dai metereologi.

Il tifone Hagibis

Hagibis è il diciannovesimo tifone che si abbatte quest'anno nella zona nordoccidentale dell'Oceano Pacifico. Secondo le previsioni, colpirà l'isola di Honshū e, probabilmente, raggiungerà anche la capitale del Paese, Tokyo, dove abitano permanentemente 35 milioni di persone.

La direzione nazionale sul meteo ha avvertito che in alcune regione sono attese cifre da record per quanto concerne le precipitazioni e la velocità che sarà raggiunta dalle sferzate di vento. Si teme un ondata di distruzione con danni ingentissimi a tutte le infrastrutture che potrebbero essere causati dalle inondazioni.

Hagibis, secondo i meterologi, colpirà il 14 ottobre le isole Curili.

RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik