Widgets Magazine
08:48 15 Ottobre 2019
Aereo da ricognizione americano Boeing OS-135B

USA potrebbero abbandonare il Trattato sui Cieli Aperti

© Foto: Airwolfhound
Mondo
URL abbreviato
4214
Seguici su

Gli Stati Uniti stanno pensando di ritirarsi dal Trattato sui Cieli Aperti, ha affermato Eliot Engel, presidente del Comitato degli affari esteri della Camera dei rappresentanti degli Stati Uniti.

Il deputato ha inviato una lettera a Robert O'Brien, consigliere del presidente degli Stati Uniti sulla sicurezza nazionale, che ha espresso preoccupazione per "delle voci secondo cui l'amministrazione Trump sta prendendo in considerazione la possibilità di ritirarsi dal Trattato sui Cieli Aperti". Ha esortato la Casa Bianca ad astenersi da questa "azione avventata".

Engel non ha specificato quali siano le voci in questione. Allo stesso tempo, ha osservato che questo accordo "consente agli Stati Uniti e ai nostri alleati e partner in Europa di monitorare gli spostamenti militari in Russia".

Il deputato ha espresso l'opinione che ritirarsi da questo trattato porterebbe a una scissione nella NATO. "Per quanto ne so, l'amministrazione non ha ancora tenuto consultazioni significative con i nostri partner e alleati su questo tema", ha affermato, sottolineando che gli Stati Uniti non dovrebbero abbandonare questo "importante strumento per un ulteriore monitoraggio della Russia", ha affermato.

Trattato sui Cieli Aperti

Il trattato sui Cieli Aperti (internazionalmente noto nella formulazione inglese Open Skies) è un trattato internazionale che ha l'obiettivo di promuovere la trasparenza sulle attività militari condotte dai paesi membri secondo il concetto dell'osservazione aerea reciproca.

Il trattato è entrato in vigore il primo gennaio del 2002 e comprende la maggior parte dei paesi NATO, Russia, Bielorussia, Georgia, Bosnia-Erzegovina, Svezia e Finlandia. Attualmente sono 32 i paesi membri.

Il sorvolo avviene lungo una rotta concordata da entrambe le parti a bordo di aerei di osservazione e ricognizione. Gli esperti a bordo degli aerei vengono sempre scortati da funzionari locali che verificano il rispetto rigoroso dei parametri di volo concordati e l'utilizzo delle attrezzature conformemente alle disposizioni del trattato. 

Recentemente è stato condotto un sorvolo previsto dal trattato sui territori italiani.

Correlati:

Russia, fino al 14/10 sorvolo territorio Federazione in attuazione trattato ‘Cieli Aperti’
Cieli Aperti, ispettori di Usa, Canada e Ungheria in missione in Russia
Cieli Aperti: aereo russo inizia il sorvolo dell'Italia
Tags:
NATO, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik